menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Incidenti, morti in calo sulle strade della provincia. Il pericolo maggiore è per i pedoni

Il maggior numero di feriti, 829, si è registrato nella fascia d'età compresa tra i 40 ed i 64 anni, mentre nella fascia 18-39 sono stati 776

Calano gli incidenti stradale nella provincia di Forlì-Cesena. E' quanto emerge dall'analisi dell'Osservatorio per lEducazione alla Sicurezza Stradale. Nel 2017 i sinistri hanno subìto una flessione rispetto all'anno precedente dell'-1,5%, i morti sono diminuti dell'8,8%, mentre i feriti dello 0,9%. Complessivamente sono stati 1654 (1280 su strade urbane, 301 su strade extraurbane, 70 in autostrada e raccordi). La dinamica più frequente è quella dello scontro frontale (801), seguita dal tamponamento (301) e dall'uscita stradale (217). Il maggior numero di feriti, 829, si è registrato nella fascia d'età compresa tra i 40 ed i 64 anni, mentre nella fascia 18-39 sono stati 776 (179 nella fascia 0-17 e 329 oltre i 65 anni). Sono stati 13 gli over 65 deceduti, mentre 10 nella fascia d'età 40-64 e 8 tra i 18 ed i 39 anni.

Rispetto al 2010, anno di riferimento per l’Unione Europea per calcolare l’obiettivo di diminuzione del 50% della mortalità, rimangono in calo tendenziale tutti e tre i parametri di riferimento. I decessi sono passati rispettivamente da 34 nel 2016 a 31 nel 2017; erano stati 34 nel 2010. Anche il costo sociale di conseguenza è diminuito di circa 5 milioni di euro rispetto al 2016. Il numero di abitanti è in leggera diminuzione, mentre il parco veicolare è aumentato (+1,2%).

Riguardo ai veicoli coinvolti si registra una diminuzione generalizzata per tutti gli utenti della strada rispetto all’anno precedente. Aumentano i feriti su ciclomotori (114, ++6,5%) e sui veicoli speciali (+27,8%). I più penalizzati sono i pedoni (+32,8%). Nel 2017 sono rimaste coinvolte in sinistri 1584 auto, con otto morti e 1163 feriti. Calano gli incidenti con bici coinvolte (314, con 4 morti e 332 feriti): rispetto all'anno precedente la diminuzione è stata del 21,1% per i sinistri e dell'11% per quanto concerne i feriti.

Riguardo ai decessi, si riscontra un aumento dei guidatori di autocarri e motrici (da 1 a 4) e dei pedoni (da 3 a 6). Anche rispetto al medio periodo (2010/2017), la tendenza è quella di un calo generale tranne che per i pedoni (+45,3%). Per quanto riguarda le fasce di età, a fronte di una generale diminuzione, si riscontra un leggero aumento nella fascia dei 18-39 anni, rispetto al 2016, mentre nel medio periodo si registra un aumento degli ultraquarantenni. Riguardo alla natura dell’incidente spiccano l’investimento di pedone e l’infortunio per caduta, riconducibili molto probabilmente alla distrazione alla guida.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento