Cesenatico, "Cambiamo marcia": 66 i nuovi ciclisti. C'è ancora tempo per iscriversi

La seconda edizione del progetto prevede novità importanti. Incentivi economici anche agli studenti maggiorenni e genitori di studenti residenti a Cesenatico

Sono 66 sono i ciclisti che, a partire dall’apertura delle iscrizioni al secondo bando “Al lavoro e a scuola in bicicletta”, il 4 marzo scorso, sono stati ammessi a partecipare al progetto.

Per il secondo anno consecutivo i Comuni di Cesenatico e Cesena  hanno messo a disposizione dei cittadini questo progetto finanziato dal Programma sperimentale nazionale di mobilità sostenibile casa-scuola e casa-lavoro del Ministero dell’Ambiente, Tutela del territorio e del mare.Si tratta di un bando che prevede incentivi economici chilometrici per chi risiede a Cesenatico o a Cesena e sceglie di usare la bici nel percorso casa-lavoro al posto della macchina privata.

La seconda edizione del progetto prevede novità importanti, anche sulla base delle richieste e dei risultati del primo anno di attuazione del progetto. Quest'anno, infatti, potranno usufruire degli incentivi anche che sceglieranno la bicicletta per raggiungere la sede scolastica sita in città o nei Comuni limitrofi.

E i primi dati a disposizione, a 10 giorni dalla partenza, ci dicono proprio che le novità sono state accolte positivamente; delle 66 candidature ammesse (51 donne e 15 uomini) due riguardano due mamme che accompagnano i figli a scuola e uno studente maggiorenne.
Per i partecipanti è previsto un incentivo di 25 centesimi di euro per ogni chilometro del percorso casa-lavoro o casa/scuola  e viceversa, con un tetto massimo di 50 euro al mese, con l’obbligo di raggiungere un minimo di 20 euro di incentivi nei sette mesi di progetto  (altrimenti si perde il diritto al contributo).  Il tragitto viene calcolato dalla specifica APP "Wecity" installata sul proprio dispositivo o secondo il percorso stradale più breve o funzionale e sicuro del proprio percorso casa-lavoro-casa o casa-scuola/casa.

“Una partenza che ci fa ben sperare – afferma soddisfatta l’Assessore all’Ambiente Valentina Montalti – Noto con piacere che due genitori e uno studente hanno accettato di lasciare casa l’auto per recarsi a scuola in bicicletta. Questo significa che la novità di introdurre l’incentivo per il percorso casa-scuola è stata apprezzata e ci auguriamo aumenti il numero di persone che faccia la stessa scelta”.
Proprio nella giornata di ieri l’Assessore Montalti è stata invitata dal Comune di Bologna ad una audizione in occasione della Quarta Commissione Consiliare "Mobilità, Infrastrutture e Lavori Pubblici" in cui ha esposto le linee principali del progetto, gli obiettivi e i primi risultati.

"Ricordo – conclude il Sindaco Matteo Gozzoli – che sarà possibile iscriversi fino al 30 settembre 2019, invito quindi i cittadini di Cesenatico a prendere visione del bando sul sito ed ad aderire al progetto che fa parte di un piano complessivo di mobilità sostenibile che insieme ai percorsi bici bus e piedi bus vede il Comune e i cittadini collaborare in forte sinergia nel miglioramento dell’ambiente in cui tutti viviamo e lavoriamo”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il tir va troppo piano e insospettisce la polizia stradale, multato "furbetto" del cronotachigrafo

  • E45, in 5 in auto multati dalla Polizia stradale. 26 sanzioni anche per gli amici che arrivano in caserma

  • Ondata di furti nella notte, l'intera frazione sotto choc: sottosopra una decina di case

  • Cosa si può fare in 'zona arancione'? Le faq con le risposte a tutte le domande

  • Emilia Romagna a rischio zona rossa automatica, Bonaccini frena: "Quel limite non passerà"

  • Coronavirus, 100 nuovi positivi nel Cesenate. Si piangono altre 5 anziane vittime

Torna su
CesenaToday è in caricamento