Cesena vola a Malta per Erasmus plus e porta lo sport per over 60 in città

Il sindaco: "Sul fronte delle buone pratiche per promuovere l’attività fisica abbiamo già un’esperienza significativa, come dimostrano le attività ‘Muoviti che ti fa bene’ e ‘Cesena cammina’"

Cesena sempre più vicina ai valori europei grazie a Erasmus Plus, il programma dell’Unione Europea per l’istruzione, la formazione, la gioventù e lo sport. Due, infatti, i progetti targati Erasmus Plus che vedono la partecipazione della nostra città:  il primo, inserito nel capitolo ‘Gioventù’ del programma,  è “My Europe Our Future”, volto a favorire il contatto fra i giovani europei e che ha visto lo sviluppo di un progetto di scambio con Malta. Il secondo, appena approvato (prenderà  il via ufficiale nel gennario 2018) è “In common sports” ed è volto a favorire stili di vita attivi e, in particolare, la diffusione della pratica sportiva fra gli over 60. Sono giorni importanti per “My Europe Our Future”, il progetto nato per far riflettere i giovani partecipanti sull’importanza dell’intraprendere un ruolo attivo nella società e nella vita democratica del loro paese, attraverso attività improntate su cittadinanza attiva, inclusione sociale e attenzione per le minoranze, volontariato, cittadinanza e valori dell’Europa.

Dopo la visita in riva al Savio, nello scorso luglio, di una delegazione di ragazzi maltesi, provenienti dalla città di Zabbar, oggi gruppo di giovani cesenati contraccambia la visita, recandosi nella località maltese. Ad accompagnarli l’Assessore alla Sostenibilità Ambientale ed Europa Francesca Lucchi, l’Assessore alla Cultura e Sport Christian Castorri e lo staff dell'Ufficio progetti integrati. Il gruppo cesenate, composto da 15 ragazzi che aderiscono ad organismi istituzionali di partecipazione, parte venerdì e per cinque giorni avrà la possibilità di vivere con i ragazzi maltesi interessanti esperienze culturali e feste tradizionali locali, di fare visite a siti storici ed istituzionali come il centro di informazione per i giovani e associazioni di volontariato locali. I ragazzi parteciperanno anche ad iniziative pubbliche, attività e lavori di gruppo, ad incontri e tavole rotonde con decisori politici. Tra i vari appuntamenti, la visita del Parlamento a La Valletta, un incontro con funzionari del Meusac (l'agenzia nazionale maltese per i rapporti con l'Unione europea), oltre ad incontri ufficiali al Comune di Zabbar, capofila del progetto e di Mdina. Le attività serviranno per stimolare un dialogo e un dibattito tra i partecipanti, facilitando la loro partecipazione alla formazione delle politiche locali e nazionali. Le spese di partecipazione della attività collegate al progetto sono interamente coperte dal contributo europeo.

In Common Sports

Inoltre il Comune di Cesena è stato selezionato per il progetto europeo triennale “In Common Sports – Intergenerationals competition as a motivation for sport and healthy lifestyle of senior citizens”, finanziato nell’ambito del programma Erasmus Plus Sport, che ha l’obiettivo di promuovere stili di vita attivi tra le persona over 60, avvicinandole e motivandole alla pratica sportiva. Per lo sviluppo di questo progetto il Comune di Cesena ha aderito a un partenariato composto da enti e organizzazioni di cinque paesi membri dell’Unione europea: il Comune di Vila Nova de Cerveira (Portogallo), l’Istituto Politecnico di Viana de Castelo (Portogallo), dei Comuni di Trikala (Grecia) e Aksakovo (Bulgaria), e della società di comunicazione ungherese Zöldpont Egyesület es Szerkesztöseg. In particolare, il progetto si concentrerà sul valore del fattore motivazionale, vera leva per una pratica sportiva regolare e continua nell’età avanzata. Tre le tappe del programma: si partirà da una valutazione biennale dei benefici dell’attività fisica sul benessere cognitivo e fisico delle persone anziane, per poi continuare con una serie di azioni integrate utili a diffondere buone pratiche, fino alla promozione sportiva tramite l’organizzazione di competizioni dedicate agli over 60 ma aperte allo scambio intergenerazionale. “In Common Sports” ha una durata di tre anni (da gennaio 2018 a dicembre 2020) e vuole promuovere nelle città coinvolte il concetto di stili di vita attivi e salutari come fondamento per una migliore qualità di vita, con l’opportunità di attrarre sempre più persone alla pratica regolare di una disciplina sportiva. Al termine del progetto, verranno presentati i dati raccolti a livello europeo per contribuire alla definizione di strategie e politiche sulla promozione sportiva. Le spese di partecipazione della attività collegate al progetto sono interamente coperte dal contributo europeo. Lo stanziamento per Cesena ammonta  50mila euro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

 “Siamo molto soddisfatti della partecipazione della nostra città ai progetti europei Erasmus Plus – sottolineano il sindaco Paolo Lucchi e l’Assessore alla Sostenibilità Ambientale ed Europa Francesca Lucchi – che contribuiscono a rendere Cesena un punto di riferimento importante per le politiche europee di integrazione e scambio guardando a tutte le generazioni. In particolare l’adesione al progetto ‘In Common Sport’, evidenzia l’ampio ruolo che l’attività sportiva riveste per Cesena, che nel 2014 è stata nominata ‘Città europea dello Sport’. Del resto, sul fronte delle buone pratiche per promuovere l’attività fisica abbiamo già un’esperienza significativa, come dimostrano le attività di promozione sportiva ‘Muoviti che ti fa bene’ e ‘Cesena cammina’, che già da tempo durante tutto l’anno registrano un’altissima partecipazione da parte dei cittadini di tutte le età”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Governo al lavoro per un nuovo Dpcm, si pensa a coprifuoco e altri limiti per i locali

  • Finisce l'incubo per la famiglia, dopo l'appello a "Chi l'ha visto" ritrovata la 17enne scomparsa

  • Ore di ansia per la famiglia, si moltiplicano gli appelli per una 17enne scomparsa: ma c'è il lieto fine

  • Si lascia cadere nella notte dal Ponte vecchio: recuperato il cadavere nel Savio

  • La palestra sfida il Dpcm: "Resto aperto, i clienti sono venuti ai corsi come un normale lunedì"

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento