rotate-mobile
Mercoledì, 1 Febbraio 2023
Cronaca Savignano sul Rubicone

Casa scout chiusa per problemi strutturali dopo le scosse, servono 40 mila euro per avviare i lavori

Il gruppo scout Savignano 1 è molto preoccupato: a seguito delle recenti scosse il quadro strutturale della Casa Scout a Torriana, in provincia di Rimini, si è aggravato

Il gruppo scout Savignano 1 è molto preoccupato: a seguito delle recenti scosse il quadro strutturale della Casa Scout a Torriana, in provincia di Rimini, si è aggravato. La casa, sostanzialmente a mezzo regime dall’inizio della pandemia, da mesi non ospita più i giovani nelle uscite e settimane di formazione. Da tempo erano previsti lavori di ristrutturazione che tardavano a partire per la scarsezza di risorse economiche.

Don Piergiorgio Farina, parroco di Santa Lucia di Savignano sul Rubicone dichiara: “E' da mesi che ci stiamo attivando per la ristrutturazione di questa casa, tanto importante per i momenti di festa e formazione che vi si sono sempre fatti. La casa era stata acquistata da Don Riccardo Cesari nel 1973 e donata al gruppo scout Savignano 1 affinché la conservasse in ordine per metterla a disposizione delle attività parrocchiali e dei giovani del territorio. Se nel corso degli anni sono stati fatti vari interventi di sistemazione, spesso legate a singole criticità, ora la volontà è quella di realizzare un intervento di consolidamento strutturale il più definitivo possibile”.

Per la sistemazione della casa si è formato un gruppo di volontari scout e non, che si occupano di portare a termine i lavori. Lorenzo Campana coordinatore del gruppo ci dice: “le risorse sono poche e gli interventi che vogliamo fare sono tanti. La casa Scout di Torriana è stata per tanti luogo di esperienze significative. Vengono accolti giovani da tutta Italia nei campi di formazione e in passato abbiamo accolto per settimane gruppi provenienti dalla Germania, Francia e Belgio. Nel suo genere è unica per i 3,5 ettari di parco che la caratterizza, luogo per giochi o per piantare le tende e vivere esperienze all’aria aperta. La casa con il suo ampio portico rimane luogo protetto per ospitare i più piccoli, o ancora, per ripararsi nelle giornate di pioggia o per proteggersi dal troppo sole. Considerando tutto l’intervento, l’ammontare dei lavori supera i 170.000 euro. La parrocchia proprietaria dell’immobile farà un mutuo perchè i lavori non sono più procrastinabili. Con il solo mutuo però per i prossimi dieci anni si obbligherebbe a utilizzare tutti i proventi generati dalla casa per ripagare il debito e non sarebbe più possibile eseguire nessun intervento. Per nostra esperienza questo sarebbe un grosso limite, non
tanto per altri lavori alla casa, che ci auguriamo di non dover più svolgere, ma quanto per i piccoli progetti che con il tempo vorremmo realizzare: piantare un nuovo bosco, curare l’alzabandiera e le altre strutture in legno”.

Per permettere di realizzare tutto ciò il gruppo ha attivato una campagna di crowdfunding sul sito web della casa. L'obiettivo è raccogliere entro il mese di febbraio l’importante cifra di 40.000 euro per permettere di affrontare gli interventi con una maggiore serenità ed estinguere anticipatamente il mutuo della parrocchia. Per le donazioni è possibile andare sul portale www.casascouttorriana.it e ricevere dei premi in base all’offerta o con un bonifico a IBAN: IT 37 V 08852 68050 020010057639 c/o "ROMAGNA BANCA" Banca di Credito Cooperativo, intestato a Parrocchia S.Lucia - Agesci o chiedendo direttamente a Don Pier Giorgio presso la parrocchia di Santa Lucia di
Savignano sul Rubicone.

J80A4944N

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Casa scout chiusa per problemi strutturali dopo le scosse, servono 40 mila euro per avviare i lavori

CesenaToday è in caricamento