Campi estivi di robotica, coding e astronomia: studenti di medie ed elementari vanno già al liceo

Per tutto il mese di luglio il liceo ospiterà studenti di medie ed elementari occupati in campi estivi di robotica, coding, fisica e astronomia. L'estate non è fatta solo per stare in spiaggia

In attesa che parta il secondo progetto sulle Stem (Science, Technology, Engineering and Mathematics) rivolto agli alunni delle scuole elementari, al Liceo linguistico Ilaria Alpi, diretto fino a pochi giorni fa da Simonetta Bini, si festeggia la fine del primo corso con i ragazzi delle scuole medie. Ed è stato un corso che ha potuto accontentare solo 29 iscritti ma la lista d'attesa era molto lunga.  A coordinare l'iniziativa, giunta al secondo anno grazie al Dipartimento per le Pari Opportunità, sono state le professoresse Antonietta Amore e Silvia Pirini Casadei. Praticamente per tutto il mese di luglio il liceo ospiterà studenti di medie ed elementari occupati in campi estivi di robotica, coding, fisica e astronomia. E questo a dimostrare come l'estate non sia fatta solo per far sport o stare in spiaggia , ma possa diventare un'occasione divertente per avvicinare argomenti e materie ancora sconosciute. 

I 29 studenti del corso, grazie anche agli esperti esterni Laura Tarsitano (per il Criad Coding), Isabella Scarpellini e Luca Berardi (per l'aula didattica Monty Banks), hanno montato e programmato un robot, lavorato con video e montaggio e imparato a conoscere il mondo delle stelle con esperti di astronomia. "Abbiamo proposto un percorso di introduzione al coding, alla robotica e ad altre discipline scientifiche come logica, fisica e  astronomia per integrare competenze e conoscenze con le nuove tecnologie - spiega la professoressa Antonietta Amore - e i ragazzi hanno risposto con grande entusiasmo. Ora toccherà ai più piccoli e per loro l'avvicinamento a temi come la robotica e il coding verrà effettuato sotto forma di gioco. In entrambi i casi, però, prevale sempre il lavoro in team, l'inclusività e la trasformazione degli errori in stimolo per la ricerca di nuove soluzioni".

Da quest'anno, tra l'altro, il Summer Camp è anche un progetto di Alternanza Scuola Lavoro per 15 studenti del liceo linguistico che hanno affiancato e affiancheranno come tutor i giovani partecipanti guidandoli nello svolgimento delle varie attività e relazionando sui risultati conseguiti. Tutte le attività realizzate nel campo estivo saranno presentate nell'ambito del Festival della Cultura Tecnica organizzato dalla Provincia di Forlì-Cesena il giorno 10 novembre alla Biblioteca Malatestiana di Cesena. A questo progetto ha partecipato anche il Criad Coding, legato all'Università (Dipartimento di Scienze informatiche e che fa capo al Professore Alessandro Ricci) e l'Aula Didattica Monty Banks (legata al Comune di Cesena e fa capo alla dottoressa Monica Esposito). Un risultato didattico ottenuto con un lavoro di squadra e di cui andare sicuramente fieri. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • Prima vittima del Covid nel comune, il sindaco: "Profonda tristezza e sconforto"

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • "Siano riconosciuti gli esiti dei tamponi rapidi per lo stato di malattia dei lavoratori"

  • Non si fermano i lutti, si piange un'altra vittima del virus. Positivi in lieve calo

  • Bonaccini: "La regione resta 'arancione' ma negozi riaperti già da domenica"

Torna su
CesenaToday è in caricamento