Bagno, arte e mostre al Palazzo del Capitano: il Comune apre il bando

“È partendo da questa consapevolezza che l’amministrazione - dichiarano il sindaco Marco Baccini e l’assessore alla cultura Enrica Lazzari - intende raccogliere l’eredità del percorso di “Bagno d’Arte”"

È stata aperta in questi giorni la procedura di avviso pubblico di manifestazione d’interesse per l’affidamento della direzione artistica e organizzativa delle attività espositive al Palazzo del Capitano. Da oltre dieci anni la direzione artistica di Palazzo del Capitano è stata condotta, sotto il coordinamento diretto del Comune e con la collaborazione degli “Amici del Capitano”, da Orlando Piraccini, professionista dell’IBC, che ha saputo valorizzare con passione e professionalità il panorama artistico-culturale del territorio, allestendo ben 50 mostre e riuscendo ad attirare numerosi visitatori e turisti. Grazie a questo lavoro e a questa produzione la rassegna “Bagno d’Arte” si è contraddistinta a livello locale, conquistato un ruolo ed un nome  a livello regionale.

“È partendo da questa consapevolezza che l’amministrazione - dichiarano il sindaco Marco Baccini e l’assessore alla cultura Enrica Lazzari - intende raccogliere l’eredità del percorso di “Bagno d’Arte”, con l’obiettivo di stimolare al contempo una nuova programmazione di lungo periodo che rappresenti l’occasione per favorire forme di contaminazione con l’arte contemporanea, anche internazionale, e stimolare un dialogo con le associazioni culturali del territorio favorendo scambi di idee e di pubblico tra le arti figurative e gli altri linguaggi espressivi”.

“Al fine di preservare qualità dei contenuti e della programmazione artistica, abbiamo ritenuto opportuno puntare ad una collaborazione triennale per l’affidamento della direzione artistica e organizzativa della stagione espositiva di “Bagno d’Arte”, con la previsione di almeno tre eventi espositivi all’anno, dal periodo pasquale a quello natalizio - specifica l’Assessore Lazzari -. Il progetto dovrà contenere almeno un percorso all’anno dedicato a uno o più artisti stranieri, in modo da contribuire agli scambi internazionali della comunità; inoltre, favorire l’incontro con il pubblico di artisti emergenti, con particolare riferimento all’ambiente artistico emiliano romagnolo e toscano, in modo da consolidare il legame con istituti d’arte, accademie e centri di formazione artistica".

"Infine, abbiamo previsto di richiamare e dare valore alla presenza del Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, con percorsi espositivi originali nell’uso dei materiali o sensibili alle pratiche di sostenibilità ambientale”, chiosa. La direzione artistica e organizzativa della stagione espositiva di Bagno d’Arte può essere concessa in gestione via principale ad associazione e cooperative culturali e altri organismi associativi con attività prevalente di promozione e divulgazione culturale nell’ambito delle arti figurative. I ciriteri di premialità delle proposte saranno rappresentati dall’originalità, dalla qualità delle collaborazioni artistiche, dall’affidabilità, capacità organizzativa e promozionale degli eventi.

“Parallelamente - anticipano il sindaco Baccini e l’Assessore Lazzari - verrà dato avvio anche ad una manifestazione d’interesse per la gestione della Loggetta Lippi a Bagno di Romagna. Negli scorsi anni lo spazio espositivo di Piazza S. Maria a Bagno di Romagna è stato affidato alla Pro Loco di Bagno di Romagna, che ha garantito una proficua collaborazione, confermata dalla presenza di numerose esposizioni artistiche di vario genere, che hanno rappresentato peraltro un’ottima vetrina per la promozione del territorio. Anche nel caso della Loggetta Lippi, l’indirizzo è quello di un affidamento sino al 6 gennaio 2020, con un avviso rivolto alle associazioni di promozione sociale, cooperative culturali ed altri organismi associativi attivi nell’ambito dell’animazione e dell’intrattenimento turistico. C’è tempo fino a martedì 11 aprile per presentare la domanda. La concessione sarà a titolo gratuito, ma al gestore sarà richiesto di realizzare alcuni interventi di manutenzione ordinaria, straordinaria e di miglioramento, contribuendo così alla riqualificazione del locale, concordando gli interventi a realizzare con l’ufficio tecnico comunale”.

“Abbiamo ritenuto necessario e opportuno ricorrere alla procedura della manifestazione pubblica per dare in gestione i due spazi espositivi – affermano Lazzari e l'assessore al Turismo Alessia Rossi – per garantire massima trasparenza e accessibilità, puntando sul coinvolgimento delle realtà locali per l’animazione della Loggetta Lippi, da un lato, e richiedendo invece un progetto strutturato e professionale per l’ideazione e l’organizzazione della stagione espositiva di Palazzo del Capitano, dall’altro”.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il tir va troppo piano e insospettisce la polizia stradale, multato "furbetto" del cronotachigrafo

  • E45, in 5 in auto multati dalla Polizia stradale. 26 sanzioni anche per gli amici che arrivano in caserma

  • Ondata di furti nella notte, l'intera frazione sotto choc: sottosopra una decina di case

  • Emilia Romagna a rischio zona rossa automatica, Bonaccini frena: "Quel limite non passerà"

  • Il Covid continua ad uccidere nel Cesenate: 5 morti e 132 nuovi contagi

  • Disobbedienza civile dei ristoranti, apertura nonostante il blocco: anche a Cesena la protesta

Torna su
CesenaToday è in caricamento