menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Banca Brc, nuovo esposto dell'Adoc: nel mirino la cessione a Banca Sviluppo

La vicenda di Banca Romagna Cooperativa, si arricchisce di un nuovo esposto. A presentarlo è stata l'associazione di consumatori l’Adoc di Cesena, tramite l'avvocato Francesco Amato

La vicenda di Banca Romagna Cooperativa, si arricchisce di un nuovo esposto. A presentarlo è stata l'associazione di consumatori l’Adoc di Cesena, tramite l'avvocato Francesco Amato, che ha presentato venerdì mattina un esposto in Procura, firmato da oltre 40 soci, per segnalare una serie di presunte irregolarità intercorse durante la gestione commissariale, riferibili in particolare all’atto di cessione di Brc a Banca Sviluppo.

Lamentano l'Adoc e il sindacato Uil, per bocca rispettivamente, di Giorgio Casadei e Marcello Borghetti: “Nonostante le continue sollecitazioni che Adoc e Uil di Cesena, hanno prodotto da molti mesi a questa parte, nessun cenno anche solo di cortese riscontro è giunto da Federcasse e Federazione, a dimostrazione di un irresponsabile disinteresse ad un pur minimo confronto. La gravità di questa scelta è dimostrata dal fatto che non siamo tanto noi non avere ricevuto risposta, piuttosto i soci ad incassare questo ennesimo sgarbo, ovvero quel patrimonio di persone e di valori, che sono parte integrante del sistema cooperativo”.

“Tutto ciò è accaduto a dispetto di alcune dichiarazioni a mezzo stampa, che i vertici della Federazione regionale hanno espresso proprio in questi giorni, dove dichiarano che per sua stessa natura il mondo del credito cooperativo è solidale, salvo poi contestualmente dichiarare che purtroppo per risarcire i soci, non ci sono molte speranze. E cosa significa che non ci sono molte speranze? Significa che la possibilità esiste, oppure che non c’è alcuna possibilità? E soprattutto, stando sempre alle loro dichiarazioni, con tutti i distinguo che si possono fare fra i soci, ad esempio a quei soci finiti in sofferenza, per tutti gli altri, c’è la volontà di fare qualcosa, oppure non c’è?”

“Insisteremo e intensificheremo la nostra azione, convinti che occorra chiarezza ed un intervento concreto di estensione delle tutele anche ai soci. Per questa ragione fin dai prossimi giorni l'Adoc invita i soci che intendano fare parte di questo percorso, a venire presso la nostra sede per predisporre un esposto integrativo”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Una ricetta romagnola semplice e genuina: la spoja lorda

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento