Lunedì, 27 Settembre 2021
Cronaca Bagno di Romagna

A Bagno "Oltreterra": confronto tra 4 regioni su gestione forestale consapevole e mense scolastiche

A Oltreterra aderisce anche l'Ecomuseo del Casentino con il progetto Festesagge.

Sarà Bagno di Romagna, il 4 e 5 novembre prossimi, a ospitare la terza edizione di “Oltreterra-Nuova Economia per le Comunità dell’Appennino - Giornate formative annuali sui temi economici dedicati alla montagna Appenninica”, progetto ideato da Slow Food Forlì e Appennino Forlivese, nato in seno agli “Stati Generali degli Appennini”, di Slow Food Italia, realizzato da sempre nei comuni nel cuore del Parco delle Foreste Casentinesi, Monte Falterona e Campigna, quest’anno realizzato in collaborazione con Legambiente, Unione dei Comuni Montani del Casentino - Ecomuseo del Casentino, con il patrocinio di Comune di Bagno di Romagna, Romagna Acque–Società delle Fonti, Pefc Italia, sostenuto dal Parco Nazionale Foreste Casentinesi, Monte Falterona e Campigna, ed è realizzato grazie alla collaborazione delle condotte Slow Food Casentino, Alto Mugello e Levante Fiorentino e Cesena, sotto l’egida di Slow Food Emilia-Romagna e Toscana. A Oltreterra aderisce anche l’Ecomuseo del Casentino con il progetto Festesagge.

Tema cardine di questa terza edizione è la gestione forestale consapevole, la ricerca di una filiera sostenibile dei prodotti di origine forestale ottenuta attraverso buone norme e pratiche capaci di sviluppare economie locali e sostenere le piccole comunità appenniniche. Se ne parlerà a cominciare dalla mattinata di venerdì 4 novembre in una prima sessione di lavori organizzata in collaborazione con Legambiente e che si terrà al Teatro Comunale “G. Garibaldi” di San Piero in Bagno. Interverranno, tra gli altri, Marco Di Maio membro della Commissione Affari Costituzionali della Camera dei Deputati, Raoul Romano del Centro Politiche e Bioeconomia Crea, Enzo Valbonesi, responsabile Servizio Aree Protette, Foreste e Sviluppo della Montagna della regione Emilia Romagna, Enrico Calvo, dirigente Servizi per il territorio, la montagna e le filiere, Valerio Motta Fre, settore Foreste Regione Piemonte e Sergio Paglialunga - direttore Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, Monte Falterona e Campigna.

Nel pomeriggio di venerdì 4 novembre, dalle ore 15, nella sala del Consiglio comunale, a San Piero in Bagno, si parlerà di mense scolastiche come strumento educativo e possibile leva per le attività produttive locali, presentando il percorso formativo Pensa che mensa nel Parco e delle Festesagge, il progetto sulle feste popolari che aderiscono a un disciplinare finalizzato a qualificare, valorizzare e promuovere le feste paesane stimolando la sensibilità ecologica e di tutela dei prodotti del Parco. Il dialogo su Le Mense Agricole Scolastiche: ripartire dall'educazione, sarà coordinato da Raffaela Donati, presidente Slow Food Emilia-Romagna. Interverranno: Francesca Rocchi, vice presidente Nazionale Slow Food con delega all’Educazione, Federica Patti, assessore all'Istruzione della città di Torino, Antonio Ciappi (direttore operativo) e Patrizia Bucelli (dietista) della Siaf di Bagno a Ripoli, in collaborazione con i cuochi comunali di Bagno di Romagna e San Piero in Bagno, Bruno Biserni, presidente del Gal L’Altra Romagna.

Sabato 5 novembre, dalle ore 9 alle 13,30, a Palazzo del Capitano, a Bagno di Romagna si terrà poi la riflessione su La Gestione Economica Forestale. Si parlerà della filiera forestale sostenibile, dalle buone pratiche agli strumenti per promuovere nuove economie locali. Una sessione dei lavori alla quale parteciperanno anche Tonino Bernabè, presidente di Romagna Acque–Società delle Fonti, Daniele Valbonesi, presidente della Comunità del Parco delle Foreste Casentinesi, Monte Falterona e Campigna, Gaetano Pascale, presidente nazionale Slow Food, Rossella Muroni, presidente nazionale Legambiente. Al termine delle due sessioni mattutine sarà preparato un pranzo a buffet con prodotti tipici del territorio a cura di Slow Food Cesena e della associazione locale “Bellappennino Savio-Tevere”. Per informazioni sul programma delle giornate “Oltreterra – nuova economia per le Comunità dell’Appennino” www.oltreterra.it.

“L’occasione di ospitare questo importante evento nel nostro Comune è un’ottima occasione di confronto con le nostre realtà, nei temi che Oltreterra promuove. Associazioni, Pro Loco, Scuole, Aziende agricole e forestali, Artigiani, Produttori, Cittadini, questi i principali interessati agli incontri che in questa due giorni avranno occasione di prendere coscienza di realtà territoriali che, similmente alla nostra, hanno intrapreso queste politiche di valorizzazione delle risorse locali già da tempo e raggiungendo ottimi risultati - affermano il vicesindaco Alessia Rossi e l'assessore Alessandro Severi -. Si parlerà anche delle iniziative già attivate sul nostro territorio, quali le Festesaggie e la formazione sulle mense agricole (che da novembre a maggio prossimo, con cadenza mensile, verranno tenute a Bagno di Romagna). I temi trattati sono certamente interessanti e, si auspica, che l’incontro possa rappresentare l’inizio di un percorso di sviluppo economico che valorizzi le peculiarità del nostro territorio montano. A coronamento dell’evento, si terrà la seconda edizione del Gran Galà del Gusto che anche quest’anno vede Chef locali e delle vallate vicine, Romagnoli e Toscani,  elaborare prelibate portate con prodotti a km zero".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Bagno "Oltreterra": confronto tra 4 regioni su gestione forestale consapevole e mense scolastiche

CesenaToday è in caricamento