Domenica, 19 Settembre 2021
Cronaca

Aperto l'ingresso dedicato all'area antica della Biblioteca Malatestiana

D'ora in poi si potrà accedere all'ala antica della Biblioteca Malatestiana da un ingresso dedicato (quello che per lungo tempo è stato l'unico per l'intera biblioteca); analogamente, si potrà entrare alla Biblioteca Ragazzi utilizzando la porta diretta

D’ora in poi si potrà accedere all’ala antica della Biblioteca Malatestiana da un ingresso dedicato (quello che per lungo tempo è stato l’unico per l’intera biblioteca); analogamente, si potrà entrare alla Biblioteca Ragazzi utilizzando la porta diretta. Questo grazie all’installazione –appena conclusa - delle porte scorrevoli e del sistema antitaccheggio, indispensabili per consentire la piena fruizione di questi ingressi.

“Teniamo così fede all’impegno che avevamo preso nei mesi scorsi – ricordano il Sindaco Paolo Lucchi e l’Assessore alla Cultura Christian Castorri -. La possibilità di accedere alle varie sezioni (moderna, antica, ragazzi) attraverso ingressi separati è un modo per favorirne un adeguato utilizzo, venendo incontro alle varie tipologie di utenti. Ma soprattutto, in questo modo diamo il giusto valore all’accesso storico della Biblioteca”.

Nel frattempo, da pochi giorni è stata completata l’installazione della nuova segnaletica per il Museo Archeologico, da pochi mesi riaperto: fra gli elementi caratterizzanti, una serie di stendardi verdi posti lungo il chiostro di San Francesco a guidare i visitatori fino alla porta d’ingresso. Sono ancora in corso, invece, ma ormai in dirittura d’arrivo, i lavori di manutenzione del corridoio lapidario, vero e proprio museo di iscrizioni antiche, dove sono raccolte diverse lapidi e stemmi nobiliari, tra cui un famoso bassorilievo in pietra commissionato tra 1408 e 1412 da Andrea Malatesti, zio di Novello, a Jacopo dalla Quercia.


“L’intervento, iniziato in primavera – ricordano il Sindaco e l’Assessore ai Lavori pubblici Maura Miserocchi - ha portato al rifacimento dell’intonaco ammalorato e al consolidamento della volta in arelle. E pur trattandosi di opere abbastanza invasive, ci preme sottolineare che siamo riusciti a garantire durante tutta l’estate l’accesso all’Aula del Nuti e alla Biblioteca Piana. E, nonostante i disagi, i visitatori hanno premiato la Malatestiana: nel solo mese di agosto abbiamo registrato 1665 visitatori alla Biblioteca storica, con un incremento di quasi il 27% rispetto allo stesso periodo del 2014”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aperto l'ingresso dedicato all'area antica della Biblioteca Malatestiana

CesenaToday è in caricamento