"Alberi caduti, porto canale sul punto di tracimare e una barca in avaria": le ore critiche a Cesenatico

Il sindaco Gozzoli ripercorre su Facebook la mattinata d'emergenza: "Cesenatico sta lentamente tornando alla normalità"

Si è vissuta una situazione critica al porto di Cesenatico, dove sono arrivate le raffiche di Bora, registrate fino a 81.50 chilometri orari. Come annunciato dalla Protezione Civile dell'Emilia Romagna il mare si è svegliato molto mosso, con onde alte circa 2.30 metri al largo. Per questo motivo sono state chiuse le Porte Vinciane. Il porto canale è stato quasi sul punto di tracimare, con l'acqua che ha rischiato di invadere le strade.

A ripercorre le ore difficili il sindaco Matteo Gozzoli su Facebook: "Dopo una mattinata veramente difficile, Cesenatico sta lentamente tornando alla normalità.Il violento temporale che ha colpito il nostro territorio in prima mattinata ha provocato danni a diverse alberature su strade e parchi. Si sono registrati una decina di episodi tra alberi caduti e rami di grandi dimensioni spezzati dalla forza del vento che alle 7 ha superato gli 80 km orari".

Gozzoli sottolinea il grande lavoro fatto da tanti soggetti in campo: "Fin dal primo mattino gli operai di Cesenatico Servizi erano in strada per liberare le vie dalle piante e garantire la viabilità. La situazione più critica l’abbiamo vissuta al porto. Il vento forte e le onde, non previste e non segnalate con quella intensità, hanno fatto alzare il livello dell’acqua nel porto canale e attorno alle 6:30 del mattino abbiamo dovuto attivare la procedura di chiusura delle porte vinciane per evitare che si allagasse il centro storico".

"Insieme alla Capitaneria di porto abbiamo gestito una situazione complicata con 7 barche da pesca che stavano rientrando di cui 1 in avaria, trainata da un’altra barca. Per poter riaprire le porte, senza rischiare di allagare il centro, abbiamo atteso che il vento calasse un po’ e soprattutto abbiamo atteso il rientro delle ultime due imbarcazioni che hanno faticato non poco".

"Ci sono stati momenti difficili - prosegue il sindaco - le barche ormeggiata subito dopo le porte, anche se in porto, hanno faticato a ormeggiarsi e i parabordi non erano sufficienti a contenere le onde. Attorno alle 9, appena la Capitaneria ci ha informato che le ultime due barche erano in avvicinamento abbiamo riaperto per fare rientrare tutti in porto".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La palestra sfida il Dpcm: "Resto aperto, i clienti sono venuti ai corsi come un normale lunedì"

  • Finisce l'incubo per la famiglia, dopo l'appello a "Chi l'ha visto" ritrovata la 17enne scomparsa

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • La Polizia chiude e multa la palestra 'disobbediente'. "Ho ricevuto anche minacce di morte"

  • Coronavirus, impennata di contagi nelle ultime 24 ore: la provincia tocca quota 100

  • Prezzi delle case vacanza, Cesenatico sul podio. Come il Covid influenza il mercato immobiliare

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento