A Cesenatico una serata di confronto in occasione della giornata mondiale del rifugiato

Commenta l’assessore ai Servizi alla Persona e al Volontariato Stefano Tappi: "Sarà un’importante serata di confronto su una tematica molto delicata ed attuale"

Mercoledì, in occasione della giornata mondiale del rifugiato, l’associazione Amnesty International ha organizzato un incontro dal titolo: “Perché non se ne stanno a casa loro. Le ragioni di un esodo.” L’incontro, patrocinato dal comune di Cesenatico e dalla consulta comunale del volontariato, si svolgerà mercoledì alle 21, nel cortile del Museo della Marineria.  Alla domanda provocatoria presente nel titolo dell’iniziativa risponderanno Sandro Cortini, medico chirurgo con esperienze umanitarie per Emergency, Medici senza frontiere e Croce Rossa Internazionale e Paolo Pignocchi, vicepresidente di Amnesty International Italia. Commenta l’assessore ai Servizi alla Persona e al Volontariato Stefano Tappi: "Sarà un’importante serata di confronto su una tematica molto delicata ed attuale, un’occasione per approfondire un tema complesso e provare ad andare oltre agli slogan. Conoscere la reale situazione di alcuni paesi, ascoltando la testimonianza di chi ha portato il proprio aiuto in tali terre può aiutare a capire meglio il senso di questi grandi flussi migratori - conclude l’assessore -. Un grande ringraziamento va all’associazione Amnesty International che organizzando l’evento ci offre l’opportunità in questa importante occasione di riflettere".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristoranti d'eccellenza: le stelle Michelin brillano ancora su Cesenatico

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • Prima vittima del Covid nel comune, il sindaco: "Profonda tristezza e sconforto"

  • Bonaccini: "La regione resta 'arancione' ma negozi riaperti già da domenica"

  • "Siano riconosciuti gli esiti dei tamponi rapidi per lo stato di malattia dei lavoratori"

Torna su
CesenaToday è in caricamento