Venerdì, 30 Luglio 2021
Politica

Sicurezza, sopralluogo di Fratelli d'Italia nelle zone 'calde' della città: "Più controlli"

“Proprio ieri sera – segnala Buonguerrieri – abbiamo notato disordini e degrado in zona stazione, ci siamo rivolti alle forze dell’ordine che sono intervenute"

Due sopralluoghi nelle zone ‘calde’ di Cesena, vicolo Gasometro, stazione ferroviaria, complesso del Cubo. Li ha effettuati Galeazzo Bignami, alla presenza di esponenti di Fratelli d’Italia e Gioventù Nazionale. Bignami, anche nella sua qualità di responsabile nazionale del dipartimento sicurezza FDI, ha voluto fare una ricognizione e testimoniare personalmente la sua vicinanza ai cittadini che chiedono interventi immediati. Il primo sopralluogo si è svolto nel pomeriggio, il secondo dalle 22 in poi: tra i presenti il vice commissario provinciale e commissario comunale del partito Alice Buonguerrieri, Marco Casali, dirigente di Partito, Andrea Caputo (commissario provinciale di Gioventù Nazionale) e Nicholas Pellegrini (presidente di Gioventù Nazionale Cesena). 

“Proprio ieri sera – segnala Buonguerrieri – abbiamo notato disordini e degrado in zona stazione, ci siamo rivolti alle forze dell’ordine che sono intervenute. Noi continuiamo a chiedere maggiori controlli e una seria gestione del problema sicurezza da parte dell’amministrazione comunale. Alcuni residenti ci hanno riferito che un miglioramento c’è stato dopo la nostra iniziativa, siamo lieti di aver dato un impulso. Ma l’amministrazione comunale deve fare di più: il Sindaco ha prima sottovalutato il problema e mancato di dare risposte ai cittadini per poi promettere svariati interventi, ma le promesse ora vanno mantenute; come sottolineato dall’onorevole Bignami, che presenterà interrogazioni urgenti al Ministro Lamorgese su incremento agenti e maggior attenzione ai presidi territoriali".

"Il Sindaco ha molti strumenti a sua disposizione ma occorre la volontà politica di attivarli; occorre per esempio condurre una verifica e relazionare la città sull’attuazione del patto per la sicurezza del 22.06.15, sul protocollo di intesa “controllo di vicinato” del 21.11.18, sul protocollo di gestione del sistema di video sorveglianza cittadino del 23.02.17 intercorsi con la Prefettura, occorre chiedere un potenziamento del numero di agenti perché è evidente che il nostro territorio ne abbia bisogno e che i controlli vadano intensificati. Occorre poi un maggiore coinvolgimento della Polizia locale nell'utilizzo delle telecamere (a proposito, non si sa che fine abbia fatto il progetto voluto dallo scorso sindaco) sono diverse le leve utilizzabili. Riteniamo la chiusura anzitempo del parcheggio sotterraneo del Cubo una sconfitta, le zone critiche vanno messe in sicurezza non chiuse, di questo passo se no finiremo per chiudere in casa i cittadini anziché risolvere i problemi. Fratelli d’Italia continuerà a essere al fianco dei cittadini, la nostra azione non si ferma qui e sulla sicurezza non abbassiamo la guardia”. 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sicurezza, sopralluogo di Fratelli d'Italia nelle zone 'calde' della città: "Più controlli"

CesenaToday è in caricamento