Rifiuti da Roma a Sogliano: "Libero mercato. Ne arrivano 6mila tonnellate"

Il gruppo consigliare della Lega Nord, con i consiglieri Gian Luca Zanoni (capogruppo), Francesco Billi e Mauro Lontani, chiede con un’interrogazione urgente chiarimenti sull’arrivo di rifiuti da Roma alla discarica di Sogliano

Il gruppo consigliare della Lega Nord, con i consiglieri Gian Luca Zanoni (capogruppo), Francesco Billi e Mauro Lontani, chiede con un’interrogazione urgente chiarimenti sull’arrivo di rifiuti da Roma alla discarica di Sogliano: “30 camion raggiungeranno Sogliano tutti i giorni, creando un sovraccarico di traffico. Inoltre, nulla di tutto questo è stato pubblicizzato prima, la poca trasparenza sull’operazione ci fa pensare tutti gli attori abbiano tentato di farla passare sotto silenzio”.

Ha risposto l’assessore all’Ambiente Luciana Garbuglia: “Le discariche attive in provincia sono due, in quanto Civitella è chiusa: una parte di queste è per i rifiuti urbani, una parte è per rifiuti speciali. Questi arrivi da Roma sono rifiuti speciali, in quanto i rifiuti urbani non stabilizzati, per decreto, non possono entrare in discarica, come prevede anche l’Unione Europea. I piani provinciali programmano quanti rifiuti urbani e speciali possono essere conferiti al massimo nelle discariche attive: questo è il ruolo della Provincia. Il nostro obiettivo è il ‘discarica zero’ come previsto anche dall’Unione Europea, ma questo vale per i rifiuti urbani, in quanto i rifiuti speciali si muovono sul libero mercato. La discarica di Sogliano ha partecipato ad un bando dell’azienda di raccolta dei rifiuti di Roma, ha agito sul mercato privato. Quella che arriva è una frazione organica stabilizzata, che sarà utilizzata a copertura della parte già esaurita”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Sono 6mila tonnellate di rifiuto già differenziato. La Provincia non ha alcuna competenza di intervento sui rifiuti speciali, definendo solo la disponibilità del sito e di disponibilità per i rifiuti speciali a Sogliano ce n’è in abbondanza”. Replica Zanoni: “Non sono soddisfatto della situazione, di fatto si dice che non possiamo intervenire in una trattativa privata. La mia preoccupazione è prima di tutto sui metodi di controllo di questi rifiuti, quando questi arrivano da certi territori mi lasciano perplesso perché conosciamo come vengono gestiti. Sicuramente saranno idonei, ma ogni regione dovrebbe essere assolutamente autonoma coi propri rifiuti. Non possiamo accettare questo pendolarismo eterno dei rifiuti”.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Governo al lavoro per un nuovo Dpcm, si pensa a coprifuoco e altri limiti per i locali

  • Finisce l'incubo per la famiglia, dopo l'appello a "Chi l'ha visto" ritrovata la 17enne scomparsa

  • Ore di ansia per la famiglia, si moltiplicano gli appelli per una 17enne scomparsa: ma c'è il lieto fine

  • Si lascia cadere nella notte dal Ponte vecchio: recuperato il cadavere nel Savio

  • La palestra sfida il Dpcm: "Resto aperto, i clienti sono venuti ai corsi come un normale lunedì"

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento