Pli: "Reati in aumento: escalation della criminalità"

“Ancora giornate “nere” per la sicurezza dei cittadini – scrive Ugo Vandelli del Pli in una nota -. A Cesena e periferia non ci facciamo mancare proprio nulla"

“Ancora giornate “nere” per la sicurezza dei cittadini – scrive Ugo Vandelli del Pli in una nota -. A Cesena e periferia non ci facciamo mancare proprio nulla. Parchi e luoghi di ritrovo frequentati dalle fasce più deboli in balia di tossici e barboni anche di giorno; isolamento in cui versano alcuni quartieri diventati prede facili da parte di bande criminale e senza scrupoli; traffico di sostanze stupefacenti riscontrati con sempre più frequenza in città; casolari e mezzi di fortuna occupati da clandestini e/o nullafacenti con particolare tendenza a delinquere”.

“In particolare – si legge - nelle ultime settimane abbiamo dovuto rilevare un aumento impressionante di colpi ai bancomat (con pericolo anche per l’incolumità di chi vive al di sopra degli sportelli fatti esplodere), ai supermercati, nonché diversi furti in città e nell’immediata periferia di Cesena. Furti consumati a tutte le ore del giorno e della notte, aumentati nella nostra provincia del 46% nel primo semestre 2012. Questi ed altri reati sono purtroppo la dimostrazione dell’escalation malavitosa che continua a colpire il nostro operoso comprensorio. Questa è la realtà che viviamo e questi sono i problemi che da sempre denunciamo”.

“Quindi – conclude - ci aspettiamo il massimo impegno nella soluzione degli stessi da parte di coloro ai quali è demandata la responsabilità dell’ordine e della sicurezza pubblica nonché la direzione ed il coordinamento a livello tecnico-operativo per l’impiego della forza pubblica, attraverso il miglior utilizzo possibile delle risorse a disposizione ed il coinvolgimento di tutte le forze sane del territorio. In alternativa a ciò non rimarrebbe che abituarci e convivere con la paura e con questo tipo di cronaca nera in costante aumento. Va ricordato che in gioco c’è la sicurezza di tutti i cittadini che chiedono a gran voce di fermare questa violenza gratuita e inaudita con urgenti misure di tutela. Nel frattempo attendiamo che le tante/troppe dichiarazioni delle autorità preposte alla sicurezza si tramutino in fatti concreti e che si allontani la sensazione che le località limitrofi e indifese assomiglino sempre più a terre di conquista”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La palestra sfida il Dpcm: "Resto aperto, i clienti sono venuti ai corsi come un normale lunedì"

  • Coronavirus, stabile la curva dei contagi. Cinque i positivi nelle scuole

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • La Polizia chiude e multa la palestra 'disobbediente'. "Ho ricevuto anche minacce di morte"

  • Coronavirus, impennata di contagi nelle ultime 24 ore: la provincia tocca quota 100

  • "Qui si cena anche, la stanza la offro io", il ristoratore cesenate 'aggira' il Dpcm

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento