Piazza della Libertà e fondi mancanti, Morrone (Lega) risponde a Lucchi: "Una presa in giro"

Risponde così il parlamentare Jacopo Morrone, segretario della Lega Romagna, alla sollecitazione a firma del sindaco di Cesena, Paolo Lucchi.

"Siamo al paradosso. La richiesta che l’amministrazione Lucchi mi rivolge di sollecitare a Roma i fondi mancanti per la riqualificazione di piazza della Libertà sembra davvero una presa in giro. Non solo la Lega è stata da sempre radicalmente contraria al progetto targato Lucchi che ha concorso ad affossare il centro storico di Cesena, ma lo stesso sindaco ci ha più volte cazziato perché lo abbiamo sbugiardato sui fondi regionali che egli dava per certi, mentre noi, a ragione, sostenevamo il contrario". Risponde così il parlamentare Jacopo Morrone, segretario della Lega Romagna, alla sollecitazione a firma del sindaco di Cesena, Paolo Lucchi.

“Ovviamente - prosegue il parlamentare leghista - c’è sempre la mia disponibilità come eletto in Parlamento a lavorare per il bene dell’intero territorio, ma qui siamo su un altro piano. Crediamo infatti che la decisione irrevocabile del sindaco di cancellare volutamente un parcheggio strategico per mantenere vivo il cuore cittadino, senza prevedere soluzioni alternative altrettanto valide, sia stato uno dei tanti grossolani passi falsi compiuti durante i suoi mandati. Anche in questo caso, dunque, Lucchi ha compiuto un madornale errore nel merito e nel metodo. Ne prenda atto il sindaco e aspetti con pazienza i risultati dell’iter ministeriale. Del resto, con l’avanzo di bilancio che si ritrova il Comune di Cesena e la disponibilità, degna di attenzione, mostrata dall’amministrazione nell’acquisire i posti auto della Parcheggi SpA non credo sarà uno scoglio insormontabile l’assegnazione o meno di quel milione e mezzo”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • Prima vittima del Covid nel comune, il sindaco: "Profonda tristezza e sconforto"

  • Bonaccini: "La regione resta 'arancione' ma negozi riaperti già da domenica"

  • "Siano riconosciuti gli esiti dei tamponi rapidi per lo stato di malattia dei lavoratori"

  • Ristoranti d'eccellenza: le stelle Michelin brillano ancora su Cesenatico

Torna su
CesenaToday è in caricamento