Forza Nuova: "Noi indagati per le Passeggiate per la sicurezza, ma il sindaco fa lo stesso in bici"

"Il primo cittadino di Savignano Filippo Giovannini pedala per la sicurezza dei suoi concittadini? Gli daremo la tessera di Forza Nuova ad honorem"

Il primo cittadino di Savignano Filippo Giovannini pedala per la sicurezza dei suoi concittadini? Gli daremo la tessera di Forza Nuova ad honorem. E’ la provocazione della formazione politica di estrema destra. “Come dare torto ad un sindaco che si preoccupa della labile, se non addirittura inesistente, sicurezza della città che amministra - interviene Desideria Raggi responsabile regionale di Forza Nuova - la microcriminalità non risparmia nessuno tanto meno Savignano e, visto il crescente numero di furti, è ora che si ponga rimedio".

"Vero ciò che dichiara il Giovannini 'la sicurezza non è  di destra o di sinistra ma dei cittadini' al contempo ci vien da sorridere nel vedere come colui che fu critico in passato per la presenza di forzanovisti in passeggiata durante le ore serali, rei di intervenire chiamando le forze dell'ordine se si imbattevano in quale atto criminoso, ora abbia deciso di organizzare una uguale attività girando in quel di Savignano in sella alla propria bicicletta - continua divertita la Raggi - e pensare che tanti di noi sono sotto indagine per la stessa attività; se bastava una bici affinché le passeggiate non fossero marchiate a fuoco quali pericolosissime ronde fasciste, i lor signori in divisa potevano avvisarci".

"Dai precursori delle passeggiate per la sicurezza in difesa dei cittadini un applauso a Giovannini al quale, come riconoscimento ufficiale, è stata spedita tessera ad honorem - conclude la Raggi -  del resto è sempre un piacere trovare un avversario politico che, menefreghista del giudizio altrui, porta avanti idee nostre per il bene della società; per noi è sempre una vittoria".

A replicare a stretto giro su Facebook è lo stesso Giovannini: “Voglio essere elegante: rispedirò al mittente la tessera onoraria. Niente mi accomuna a Forza Nuova dal punto di vista politico e ideologico; le nostre pedalate notturne nulla hanno a che vedere con le ronde nel metodo e nello spirito. Scimmiottare la protesta che abbiamo messo in atto, significa volere cercare visibilità sulla pelle della comunità che rappresento che vi assicuro sente il problema della sicurezza e dei furti a prescindere dal colore e dall’orientamento politico”.

“Nessuno a Savignano ha mai pensato di sostituirsi allo Stato nel mantenimento dell’ordine pubblico, le nostre pedalate notturne come detto più volte sono un gesto di vicinanza ai problemi dei cittadini e di protesta contro uno Stato centrale che propaganda sicurezza senza agire. Sono un libero pensatore, a volte posso avere delle posizioni un po’ eretiche; da quando sono sindaco l’unica coerenza che mi sono dato è quella verso i cittadini della comunità che rappresento però mai e poi mai mi si può accostare a ideali o azioni lontane dall’antifascismo e dalla Repubblica. A chi mi manda la tessera vorrei ricordare che io sono il sindaco che ha fatto approvare un regolamento a Savignano per non concedere spazi pubblici a chi non rispetta la legge Mancino e Scelba. Quindi forse avete sbagliato Filippo Giovannini. Rivolgo un invito a partiti e movimenti a dissociarsi in modo netto e deciso dall'inqualificabile atto di Forza Nuova”.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I 40 disobbedienti della scampagnata senza mascherina, Rosso: "Irresponsabili? No, siamo sani"

  • Scampagnata al Fumaiolo: "La libertà ha un prezzo più alto delle multe, continueremo ad incontrarci"

  • Tante classi in quarantena ed un morto, l'evoluzione del virus nel Cesenate

  • Sono 63 i ricoverati, uno in Terapia intensiva. La fotografia del virus nel Cesenate

  • Parrucchieri, gommisti e spesa alimentare, il governo aggiorna le "faq": gli spostamenti ammessi

  • Preso in pieno all'incrocio, paura per un ciclista travolto da un'auto

Torna su
CesenaToday è in caricamento