rotate-mobile
Politica

Comunità energetiche, Lia Montalti (Pd): "Una legge per rendere cittadini e imprese protagonisti"

Lia Montalti (Pd) “Uno strumento importante e innovativo, per sostenere gli investimenti locali nel campo dell’energia”

Le problematiche sulla sicurezza e affidabilità degli approvvigionamenti energetici, sull’aumento vertiginoso del prezzo dei combustibili fossili, sulla povertà energetica e sui cambiamenti climatici fanno dell’energia un tema di assoluto rilievo nelle politiche europee, nazionali e regionali, tanto più in un periodo di incertezza come quello che stiamo attraversando. Per questo impongono, a tutti i livelli, la ricerca di soluzioni sostenibili e innovative, con  l’individuazione di strategie che favoriscano, nel minor tempo possibile, la transizione verso una economia più verde e una società a basse emissioni di carbonio.
 
“Questo è l’obiettivo del progetto di legge finalizzato alla promozione e al sostegno delle comunità energetiche rinnovabili e dell’autoconsumo collettivo – afferma la Consigliera regionale Lia Montalti –, di cui in Emilia-Romagna esistono già diverse sperimentazioni, come quella del quartiere Pilastro-Roveri di Bologna e che sta suscitando grande interesse tra i cittadini e le imprese. Per questo l’obiettivo è quello di approvarlo rapidamente in Assemblea Legislativa. Quello delle comunità energetiche è un percorso che vede tutti protagonisti, dai cittadini agli enti locali, dalle attività commerciali alle imprese, dal terzo settore agli enti di ricerca, con l’obiettivo di gestire, condividere ed ottimizzare la produzione e il consumo di energia elettrica a livello di comunità”.
 
Con il termine "comunità energetica" si intende un’associazione tra cittadini, attività commerciali, autorità locali o imprese che decidono di unire le proprie forze per dotarsi di impianti per la produzione e l’autoconsumo di energia da fonti rinnovabili, ottenendo benefici ambientali, economici e sociali a favore di tutta la comunità.

 
“Le comunità energetiche che nasceranno in Emilia-Romagna – evidenzia Montalti – potranno  contare sulle risorse della nuova programmazione europea, dove per le politiche energetiche locali sono già previsti investimenti per 86 milioni di euro. Il progetto di legge ha come obiettivo anche quello di contrastare lo spreco energetico e soprattutto la povertà energetica e quindi a favorire l’inclusione sociale. Si prevede infatti un contributo maggiore per la costituzione di Comunità energetiche rinnovabili composte per almeno un terzo da soggetti con fragilità economica oppure da enti del Terzo Settore e si cercherà di incentivare tali comunità in zone montane e svantaggiate”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Comunità energetiche, Lia Montalti (Pd): "Una legge per rendere cittadini e imprese protagonisti"

CesenaToday è in caricamento