Martedì, 28 Settembre 2021
Politica

Caccia, la Lega chiede l'adeguamento per la beccaccia e la riammissione della moretta

Il consigliere regionale della Lega Nord, Massimiliano Pompignoli, commenta così le modifiche ai periodi di caccia

Dopo il recepimento delle indicazioni di Ispra, il calendario venatorio regionale dell’Emilia Romagna per la stagione 2017-2018 dispone la chiusura della caccia ai turdidi al 31 gennaio, accogliendo in parte le numerose e reiterate richieste del Carroccio. Il consigliere regionale della Lega Nord, Massimiliano Pompignoli, commenta così le modifiche ai periodi di caccia: “Un piccolo traguardo dopo la seconda stagione di solleciti; ma c’è ancora molto da fare”. “Se da un lato ci soddisfa l’estensione al 31 gennaio dei termini temporali per la chiusura della caccia a cesena e tordo Bottaccio, maturata in corner dopo il Sì di Ispra, dall’altro non possiamo che contestare la decisione dell’assessorato di mantenere invariata la chiusura del prelievo della beccaccia alla seconda decade di gennaio”, aggiunge.

Per Pompignoli si tratta dell'"ennesima occasione persa", auspicando anche per la beccaccia "un ripensamento da parte di questa Giunta e un ricalcolo del periodo di caccia". Per l'esponente del Carroccio è venuto il momento di riaprire la discussione sulla “moretta aythya fuligula” valutandone un suo “possibile reinserimento tra le specie cacciabili in Emilia Romagna anche in virtù della sua recente classificazione tra le specie comuni e diffuse”. “La moretta è già cacciabile in regioni limitrofe alla nostra come Toscana, Umbria e Lombardia - conclude - è possibile quindi valutarne una sua riapertura magari con alcune limitazioni nel carniere stagionale, ma di certo non è più accettabile il totale divieto".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caccia, la Lega chiede l'adeguamento per la beccaccia e la riammissione della moretta

CesenaToday è in caricamento