Venerdì, 17 Settembre 2021
Politica

Baredi e Di Placido: "Nuovo ospedale per distrarre dall'impoverimento del Bufalini"

Elena Baredi (ex Sinistra e Libertà, ora simpatizzante di Articolo 1) e Luigi Di Placido (Liberaldemocratici) hanno unito la loro esperienza sull'Ospedale Bufalini e Asl Unica. Fissato un incontro

Una coppia insolita, ma non inedita, per affrontare un tema come la sanità, caro a tutta la cittadinanza. Elena Baredi (ex Sinistra e Libertà, ora simpatizzante di Articolo 1) e Luigi Di Placido (Liberaldemocratici) hanno unito la loro esperienza sull'Ospedale Bufalini e Asl Unica per avviare una discussione in città sul progetto delineato dalla giunta di Lucchi che vede la realizzazione a Villachiaviche di un nuovo Ospedale. L'incontro, aperto a tutta la cittadinanza, e dal titolo "Bufalini di oggi, ospedale di domani" si terrà giovedì al Palazzo del Ridotto alle 20.30 e, oltre alla loro presentazione, prevede anche la relazione di due esperti: il dottor Ubaldo Montaguti ex direttore dell'Asl di Cesena e il professore Giovanni Gentile, ex gastroenterologo, ora consulente di progettazione di ospedali. 

"Prima di tutto noi non siamo contro la costruzione di un nuovo Ospedale - ha voluto subito chiarire Luigi Di Placido - anzi siamo consapevoli della potenzialità che può esprimere, anche a livello della Romagna, una nuova struttura costruita seguendo le più avanzate tecnologie medicali. Quello che ci preoccupa è l'assenza di discussione e di confronto intorno a questo progetto, a fronte anche di un documento licenziato dalla Conferenza dei Sindaci che testimonia un sostanziale impoverimento del Bufalini. Va bene realizzare un nuovo contenitore, ma parliamo di cosa ci andrà dentro, quali eccellenze sanitarie sono e saranno previste a Cesena visto che ormai ce n'è rimasta solo una: il Trauma Center e anche questo senza il servizio H24 della presa in carico degli infarti acuti perde parte della sua importanza. Insomma non vorremo che questo progetto di realizzare un nuovo ospedale venga utilizzato come un'arma di distrazione di massa per non parlare del fatto che, politicamente, Cesena non è stata in grado di tutelare alcuni aspetti della sanità che negli anni '90 erano un vero fiore all'occhiello del Bufalini".

"In quegli anni - gli fa eco Elena Baredi - i primari facevano a gara a venire al Bufalini. Il buon nome dell'ospedale superava anche i confini regionali. Ora tutto questo è impensabile, ma non per la mancanza di professionalità dei medici che ci lavorano, tutti ottimi dottori, bensì per la politica di depauperamento messa in atto dall'Asl Unica, Area Vasta. I rappresentanti politici degli altri presidi ospedalieri, Rimini, Forlì e Ravenna, sono stati in grado di contrattare i loro punti di forza e di tutelare le loro eccellenze. Noi, a mio parere, un po' meno. Un esempio per tutti i 7 posti da primario che attualmente vengono ricoperti da "primari a scavalco" provenienti da Rimini o da Ravenna e a volte anche da Forlì. E ciò interessa reparti di fondamentale importanza come Oculistica, Neurologia, Ginecologia, Nefrologia, Cardiologia, Malattie infettive.  Ma non solo. A fronte dei 196 posti letto ridotti nel tempo si è ritenuto indispensabile implementare con 80 posti la dotazione di alcune Unità Operative, ma per Cesena questa implementazione corrisponde solo a 8 posti letto mentre a Forlì sono 28, 20 a Ravenna e 24 a Rimini". 

Per questi e tanti altri motivi Elena Baredi e Luigi Di Placido chiedono prima di tutto che venga modificato l'ultimo documento della Conferenza dei Sindaci in cui si mette nero su bianco lo svilimento del Bufalini e poi sentono la necessità di aprire un dibattito in città, serio, produttivo e costruttivo per capire quale direzione prenderà la sanità cesenate nei prossimi anni.  Oltre a una nuova struttura da 300 milioni di euro è fondamentale capire come riempire quel contenitore, perché da quelle stanze, prima di tutto, ci passa il benessere e la salute dei cesenati.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Baredi e Di Placido: "Nuovo ospedale per distrarre dall'impoverimento del Bufalini"

CesenaToday è in caricamento