Ausl, Vietina (Forza Italia): "Garantire servizi di qualità a tutto il territorio"

"In questi giorni - afferma Vietina - si è visto il sindaco di Cesena presentare cinque nuovi primari"

"L'Ausl Romagna deve garantire servizi di qualità in assoluta chiarezza a tutto il territorio". E' quanto afferma Simona Vietina parlamentare di Forza Italia e sindaco di Tredozio. "Nel corso della Conferenza Territoriale Socio-Sanitaria del quattordici giugno - dice la rappresentante forzista - come riportato dagli organi di informazione, sono state poste delle domande che mi sto apprestando a formalizzare anche in forma scritta al presidente Lucchi, ma le risposte per ora giunte, non dal livello istituzionale ma attraverso la stampa, non solo non convincono ma lasciano aperte tutte le domande che sono state fatte inizialmente".

"In questi giorni - continua Simona Vietina - si è visto il sindaco di Cesena presentare, insieme al direttore generale, cinque nuovi primari che facevano parte di un gruppo di assunzioni che era stato preannunciato come numeroso. La presentazione è avvenuta non in una sede istituzionale della Ausl ma, forse per motivi a me sconosciuti, "nel salone delle feste" di quel comune, quella sala degli specchi, dove con gran seguito di pubblico venne dichiarato dal presidente della Regione Bonaccini e dall’assessore Venturi lo stanziamento di cento milioni di euro da parte della Regione per il nuovo ospedale di Cesena, stanziamento rivelatosi poi una vaga e molto incerta promessa subordinata alle decisioni statali di accollarsi o meno la spesa. E già questo la dice lunga sul modus operandi del Pd, abituato a fare grandi annunci soprattutto in campagna elettorale".

In contemporanea alla presentazione dei nuovi primari sulla stampa, sono comparse alcune considerazioni dalle quali si apprende che, su cinque concorsi e cinque nomine, abbiamo ben quattro procedure di ricorso. "Sono molte le domande - osserva il primo cittadino di Tredozio -  che su queste nomine vengono poste, anche non da me, e le risposte come al solito non arrivano. Quando in Ctss ho chiesto i numeri dei contenziosi tra dipendenti e azienda, silenzio di tomba. Sembra che il non rispondere sia la strategia dell’uomo del Pd Marcello Tonini". A questo punto la parlamentare, espressione di oltre 53 mila cittadini che l' hanno eletta deputato chiede chiarezza di intenti e di obiettivi  ai vertici dell'Ausl Romagna sul futuro della sanità locale che interessa oltre un milione di abitanti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Prima vittima del Covid nel comune, il sindaco: "Profonda tristezza e sconforto"

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • Non si fermano i lutti, si piange un'altra vittima del virus. Positivi in lieve calo

  • Covid, il bollettino: 92 nuovi positivi nel Cesenate nelle ultime 24 ore. Un altro morto nell'area del Rubicone

  • Scende l'indice Rt in regione ma salgono i positivi nel Cesenate. Si piange un'altra vittima

  • Bonaccini: "Emilia Romagna arancione? Curioso. Per Natale valutiamo aperture"

Torna su
CesenaToday è in caricamento