Gambettola, le due "Case dell’acqua" lavorano a pieno ritmo

Sono infatti due le fontanelle nel territorio comunale: la prima sita nel parcheggio delle scuole elementari, con accesso da via Kennedy in funzione da dicembre 2011 e la seconda, nel parcheggio adiacente la rotatoria del Lavoro, attiva dallo scorso giugno

FOTO DI ARCHIVIO

"I gambettolesi apprezzano il servizio offerto dalle case dell’acqua: sono numerosi infatti i cittadini che quotidianamente scelgono di approvvigionarsi alle due fontane di acqua pubblica filtrata, refrigerata e di qualità". A dichiararlo è il sindaco Roberto Sanulli sulla base dati forniti dai gestori del servizio, a distanza di pochi mesi dall’installazione della seconda casa dell’acqua a Gambettola. Sono infatti due le fontanelle nel territorio comunale: la prima sita nel parcheggio delle scuole elementari, con accesso da via Kennedy in funzione da dicembre 2011 e la seconda, nel parcheggio adiacente la rotatoria del Lavoro, attiva dallo scorso giugno.

“Entrambe le case dell’acqua lavorano a pieno ritmo – dichiara il sindaco Roberto Sanulli – segno evidente che sono apprezzate dai gambettolesi. I dati di utilizzo forniti da Adriatica Acque, gestore del servizio, sono particolarmente interessanti, sia sul versante economico che ambientale. Nel dettaglio, la casa dell’acqua situata nei pressi delle scuole elementari a tutt’oggi ha erogato oltre 1milione e 830 mila litri d’acqua, con un risparmio economico per i gambettolesi di 335.000 euro, mentre quella di via del Lavoro ha erogato già 151mila litri d’acqua, con un risparmio economico di oltre 27.000 euro. Complessivamente, quindi, sono stati erogati poco meno di 2 milioni di litri d’acqua equivalenti ad un risparmio per i nostri concittadini di circa 360.000 euro. In base all’attuale andamento dei consumi possiamo stimare quindi un risparmio annuo di circa 120 mila euro”.

“Non dobbiamo dimenticare – prosegue Sanulli – che insieme a quello economico si registra anche un importante beneficio ambientale. Infatti, con l’approvvigionamento alle case dell’acqua si è evitato di produrre e di distribuire  ben 1 milione e 320 mila bottiglie, riducendo così un inquinamento equivalente a 2.235 t. di anidride carbonica (che si sarebbe sprigionata per la produzione del PET e per il trasporto delle bottiglie stesse)”. “I dati riportati – commenta il sindaco – testimoniano in maniera inequivocabile come il servizio delle case dell’acqua sia apprezzato dai gambettolesi, che dimostrano di condividere la scelta di bere acqua dell’acquedotto: una scelta sicura, economicamente vantaggiosa e sostenibile, in linea con la decisione dell’Amministrazione comunale di promuovere e valorizzare l’acqua della rete idrica”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Non dimentichiamo – conclude Sanulli – che le case dell'acqua rappresentano anche un luogo di socializzazione, come avveniva anni fa intorno alle fontane del paese. Infine, voglio ringraziare i volontari Auser che, con la loro costante presenza, facilitano la fruibilità e l’utilizzo di questo servizio per la comunità”. Info sul servizio. I cittadini possono prelevare l'acqua liscia gratuitamente, mentre l'acqua gassata ha un costo di 5 centesimi al litro. Si può pagare direttamente in monete, oppure con una chiavetta ricaricabile da richiedere al numero verde di Adriatica Acque 800323800 (la chiavetta è utilizzabile in entrambe le case dell’acqua).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La palestra sfida il Dpcm: "Resto aperto, i clienti sono venuti ai corsi come un normale lunedì"

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • La Polizia chiude e multa la palestra 'disobbediente'. "Ho ricevuto anche minacce di morte"

  • Coronavirus, impennata di contagi nelle ultime 24 ore: la provincia tocca quota 100

  • Prezzi delle case vacanza, Cesenatico sul podio. Come il Covid influenza il mercato immobiliare

  • Cresce la curva dei contagi, "focolaio" in un caseificio. Il Covid torna ad uccidere nel Cesenate

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento