Arredare case per lavoro: come si diventa interior designer?

Vediamo insieme il percorso formativo più idoneo per intraprendere l'affascinante professione di interior designer

L’interior designer è una figura professionale simile e spesso confusa con quella dell'architetto, che si occupa in particolare di progettare e organizzare spazi pubblici e privati nel miglior modo possibile riuscendo a sfruttarne le potenzialità per creare ambienti pratici, funzionali e di tendenza

Un mestiere affascinante, che implica creatività e versatilità e che richiede curiosità, passione, conoscenza dell’architettura e delle nuove tendenze.

Una delle principali capacità che deve imparare a sviluppare un interior designer è quella di Design Thinking, ovvero il pensare lo spazio da diversi punti di vista, ponendo sempre l’uomo al centro dell’ambiente da arredare, valutare le potenzialità dello spazio disponibile e creare una soluzione personalizzata che unisca estetica e praticità.

Vediamo insieme il percorso formativo più idoneo per diventare interior designer.

Interior designer: percorso di formazione

Il percorso tradizionale per diventare Interior designer è rappresentato dal conseguimento della laurea in Architettura e poi da una specializzazione post-universitaria in Design d’Interni. Da qualche anno sono però nati vari corsi di laurea triennali e scuole di Design come l'IED (l’Istituto europeo del design) con varie sedi in Italia e all'estero. Il corso dell’IED è riconosciuto dal MIUR ed è equiparato ai titoli di Laurea di I Livello rilasciati dalle Università.

In generale le materie di studio affrontate durante il percorso formativo per Interior designer affrontano vari argomenti tra cui:

  • Storia e teoria dell’architettura moderna, degli interni, del Design e delle Arti attinenti;
  • Metodologia del Design per l’Architettura d’Interni e per l’Architettura in genere;
  • Abilità nel Design di oggetti, nozioni di Industrial Design;
  • Scienze dei materiali costruttivi e di rifinitura;
  • Relazione tra uomo e spazio con attenzione all’etica ambientale, alle scienze antropometriche ed ergonomiche;
  • Elementi di costruzione Architettonica e di Statica;
  • Elementi di progettazione degli impianti tecnologici e della domotica;
  • Legislazione attuale in materia di progetto, sicurezza, salute e benessere per edifici e interni;
  • Modellazione 3D.

Il percorso formativo deve ovviamente includere uno stage formativo, presso studi e aziende che lavorano nel campo.

Ricordiamo, infine, che l'offerta in questo settore è davvero ampia e non mancano anche corsi di formazione avanzata come Lighting Design, dedicato alle fonti di luce e alle loro espressioni, o Retail Design, che si concentra sul design degli spazi pubblici come negozi o ristoranti.

Lingue straniere e scrittura: ecco il mestiere del traduttore

Interior design: i libri più venduti sul web

Interior design. Dall'ideazione al progetto

Enciclopedia degli schemi di colore e di superficie

La casa su misura. 100 schede pratiche per arredare. 1000 disegni tecnici per progettare

La casa di charme (ediz. bianco e nero): L'arte di rendere unica la propria casa con poca spesa e molto stile

Progettare per risolvere problemi: l'ingegnere meccanico

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Formazione professionale, è caos: sospesi i laboratori, i futuri meccanici o falegnami imparano davanti al computer

  • Istituti al top: la classifica delle migliori scuole superiori del Cesenate

Torna su
CesenaToday è in caricamento