Cibo di Strada, i sapori di Palermo invaderanno Piazza della Libertà

L'Antica Focacceria San Francesco proporrà le specialità di Palermo

I profumi della Sicilia invaderanno nel fine settimana Piazza della Libertà, dove è in programma la prima edizione di "Assaggi di Festival Internazionale del Cibo di Strada". L'Antica Focacceria San Francesco proporrà le specialità di Palermo: sarà possibile degustare il classico pani ca’ meusa, ma anche l’arancina di riso, la caponata, il cannolo e tante altre prelibatezze. Le origini del pani ca’ meusa sembrano risalire agli arabi che, per nutrire le popolazioni del tempo, usavano confezionare la cosiddetta “guastedda” o focaccia. Aggiungendo alla “guastedda” una farcitura di carne e del limone spremuto si arriva, appunto, al “pani ca’ meusa”,  di cui esistono peraltro due differenti versioni: una versione cosiddetta “al limone” e una versione con aggiunta di ricotta fresca e caciocavallo tagliato a listarelle.

La caponata è un prodotto tipico della gastronomia siciliana e ne esistono numerose varianti, a seconda degli ingredienti. Ottimo mix di verdure, si presta a tante interpretazioni: antipasto, contorno, sugo per la pasta. La caponata è generalmente utilizzata oggi come contorno o antipasto, ma sin dal 1700 costituiva un piatto unico, accompagnata dal pane; nella versione “barocca” la caponata era la salsa di accompagnamento al pesce capone (da cui pare derivi l’etimologia) che, insieme ad aragoste e polpetti, veniva dapprima fritto, poi maneggiato con le melanzane, le verdure e l’agrodolce e infine riccamente decorato con le chele delle aragoste.

Ecco cosa si potrà trovare in Assaggi

ARGENTINA - Churrasco de angus, empanada criolla, choripan, ecc.

MESSICO - Tacos, burritos, alitas de pollo, totopos sonora, guacamole, ecc.

GIAPPONE – Kushinobo, buns, ecc. 

SICILIA (Palermo) - Pani ca’ meusa, panelle, arancine di riso, cannoli, ecc.

TOSCANA (Firenze) – Lampredotto bollito, trippa alla fiorentina, ecc.

ABRUZZO (Chieti) – Arrosticini di pecora, hamburger di pecora, ecc.

CAMPANIA – Pasticceria napoletana con sfogliata, frolla, babà, coda d’aragosta, pastiera, ecc.

MARCHE (Ascoli Piceno) – Olive all’ascolana e fritto misto all’ascolana ecc.

PUGLIA (Manfredonia, Murgia) – Panzerotti, fornello con gnumarieddi, bombette, ecc.

EMILIA (Parma) – Gnocco fritto (torta fritta) con salumi tipici emiliani, ecc.

E poi: vini e bevande provenienti da ogni territorio; musica, animazioni di strada, e tanto altro ancora con concerti svolti ogni sera. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bonaccini: "La regione torna 'gialla' da domenica. No al coprifuoco natalizio"

  • Ristoranti d'eccellenza: le stelle Michelin brillano ancora su Cesenatico

  • Positivo al tampone e in attesa dell'esito, trovato cadavere in casa

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • Coronavirus, tornano a salire i contagi nel Cesenate. E si piangono altre vittime

Torna su
CesenaToday è in caricamento