menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sogliano, Confcommercio incontra la giunta: "Accolte le nostre richieste: zero tributi e feste di paese"

“Nel nostro centro di Sogliano operano una trentina di attività commerciali a cui si uniscono quelle delle frazioni, gli agriturismi e i pubblici esercizi"

Uno sforzo eccezionale per il sostegno alle piccole attività del commercio e della rete distributiva, spina dorsale del paese. Lo hanno illustrato il sindaco di Sogliano Quintino Sabattini e gli assessori dell’intera giunta al presidente di Confcommercio di Sogliano, Andrea Carghini, al responsabile territoriale Paolo Evangelista e la consigliera Marta Piscaglia.

“Nel nostro centro di Sogliano operano una trentina di attività commerciali a cui si uniscono quelle delle frazioni, gli agriturismi e i pubblici esercizi - osserva il presidente Carghini - che sono tutti ripartiti con la propria attività, accompagnandosi a quelli che non si erano mai fermati operando in settori essenziali. Dobbiamo dare atto al Comune, con il quale Confcommercio si confronta da anni in modo periodico e costante, di aver attuato provvedimenti emergenziali di grande valore, per sostenere il comparto colpito dalla crisi della pandemia. Il nostro confronto con l'intera giunta è stato molto redditizio. Anche grazie alle richieste di Confcommercio son stati ottenuti risultati di rilievo, a partire da un nostro cavallo di battaglia, l’incremento dei contributi alle attività: i 900 euro che il Comune ogni anno eroga a attività commerciali ed artigianali di servizio, sono stati raddoppiati e inoltre abbiamo ottenuto la soppressione per il 2020 di Tari, Tosap e tassa sulla pubblicità. Per quanto riguarda l’Imu per i beni strumentali la parte comunale è già gratuita e quindi si paga solo quella destinata allo Stato".

"Un altro provvedimento adottato - prosegue il presidente Carghini - è il fondo di sostegno minimo di trecentomila euro da destinare alle attività commerciali ed artigianali di servizio che dichiarano di avere avuto una perdita del fatturato rispetto al periodo anno precedente del 33%. Il sindaco ha messo in luce che si potrebbe fare anche di più se la burocrazia e i troppi vincoli non frenassero le erogazioni”.
“Confcommercio - aggiunge il presidente - ha molto apprezzato anche il fatto che il Comune intende mantenere dove possibile i piccoli eventi estivi nel cuore di Sogliano e nelle frazioni comunali, nel rispetto dei protocolli di sicurezza. Si tratta di un segnale che Confcommercio aveva chiesto per non cancellare tutti gli eventi e favorire la ripresa graduale della vitalità paesana nonché della socialità della nostra comunità, riacquistando un po’ alla volta le abitudini e la normalità precedenti al virus. L’obiettivo comune, a cui Confcommercio intende offrire come sempre il suo contributo, è anche quello di attirare visitatori che durante questa estate così inedita ancora di convivenza speriamo breve col virus, siano in cerca di quiete, bellezze naturali, strutture ricettive in luoghi agresti in cui il distanziamento è più naturale, nonché piacevole enogastronomia e vengano a scoprire le bellezze del territorio soglianese, anche grazie alle piccole sagre. E’ soppressa la Festa degli ori, la nostra tradizionale grande festa estiva di metà giugno, ma abbiamo ancora la speranza di poter promuovere a novembre e dicembre le domeniche della Fiera del formaggio di fossa, compatibilmente con la situazione sanitaria”.

“Quanto alle imprese commerciali - conclude Carghini - la situazione è variegata. C’è chi non si è mai fermato, chi invece ha subito danni gravissimi dal lockdown e ha necessità di un sostegno maggiore. Fondamentale è fare squadra fra noi e con tutte le forze in campo per mantenere salda la rete distributiva cittadina, risorsa del paese”.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento