Dopo il lockdown il bar non riapre più: "A queste condizioni non possiamo andare avanti"

E'il caso dell'Aris Bar di via Matteotti, i cui gestori, i fratelli Susanna e Stefano, durante la pandemia hanno deciso di chiudere le serrande definitivamente

C'è chi riapre e chi no. E' il caso dell'Aris Bar di via Matteotti, i cui gestori, i fratelli Susanna e Stefano, durante la pandemia hanno deciso di chiudere le serrande definitivamente. "Volevamo salutarvi offrendovi un ultimo caffè insieme a noi, ma purtroppo con tanto dispiacere non ci è stato possibile. Ringraziamo tutti voi, nostri affezionati clienti che in questi anni ci avete scelto e fatto compagnia con l'augurio di ritrovarci in altre felici occasioni".

Questo è il biglietto affisso alla vetrata del bar. In questi giorni Susanna e Stefano stanno lavorando per sgomberare il locale e ogni volta che un cliente si affaccia alla porta per chiedere informazioni, a Susanna le si forma un groppo in gola. "Sono 17 anni che siamo qui - spiega Susanna - ma non potevamo più andare avanti così, troppo rischioso e difficile. Noi siamo in due e tra l'altro mia madre non sta bene e quindi dobbiamo accudirla. Con tutti gli obblighi di sanificazione bisogna essere almeno in due, uno pulisce, sta attento al distanziamento e l'altro serve. E noi non possiamo farcela. Ma poi il nostro locale non si può allargare esternamente perché siamo davanti a una ciclabile e non c'è posto, inoltre è piccolo internamente. La zona riservata al pubblico non supera i 35/40 metri quadrati. Con le nuove disposizioni ci possono stare 3 persone, come facciamo a far quadrare i conti a fine mese? Le bollette, l'affitto e i costi vivi sono sempre quelli, purtroppo non calano con il minor afflusso di clienti...E poi se tra qualche mese ritorna il lockdown? Come facciamo? No - continua Susanna - mi dispiace moltissimo perché questo è sempre stato il mio lavoro, ma a queste condizioni noi non riusciamo più ad andare avanti".

Susanna e Stefano tra l'altro sono veri professionisti del settore. Prima dell'Aris Bar (gestito da 17 anni) hanno tenuto per 26 anni, insieme alla mamma e al babbo, il Toscano a Borgo Paglia, un ristorante che lavorava moltissimo. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il tragico incidente in bici, è morto dopo due giorni di agonia l'agente di Polizia

  • Tragedia sulla spiaggia di Cesenatico, trovata riversa nell'acqua: muore l'anziana turista

  • Agro-alimentare, il Gruppo Amadori cede Fattoria Apulia: l'operazione 

  • Cesenatico, dalle spiagge libere alle aree polifunzionali: ecco l'ordinanza balneare anti-Covid

  • Fischietti di San Giovanni e mazzetti di lavanda, sarà una festa sobria ma ci sarà

  • Eccesso di movida in centro, un weekend di segnalazioni: "Così perdiamo tutti"

Torna su
CesenaToday è in caricamento