Pane, olio e fantasia

Pane, olio e fantasia

Ecco perchè d'estate non si può mangiare solo frutta e verdura

Chi ha detto che col caldo passa la fame? A me non passa affatto, anzi mi viene voglia di stuzzichini, di piatti freddi e leggeri ma allegri, di idee simpatiche. Qui di seguito troverete alcuni consigli per un pranzo che non appesantisca ma si occupi anche del vostro stato d'animo

Devo confessarvi un segreto: d'estate, mentre tutti dicono di mangiare meno perchè col caldo perdono l'appetito, io solitamente ho più fame. Più che cercare la quantità sono colta da una terribile voglia di cibi appetitosi, più salati (chissà...forse perchè sudando si perde potassio e sali minerali) e sicuramente più sfiziosi. 
Tra l'altro, uscendo di più anche nelle calde serate estive mi ritrovo coinvolta con più frequenza (e piacere...) in convivi, cene o aperitivi improvvisati. Ed è un peccato rinunciare a qualche coccola per l'anima, dicendo sempre no o stando attenta a cosa mangio e cosa bevo. Quando si è in compagnia è bello e fa bene anche lasciarsi trasportare dall'energia positiva che si crea senza dover sempre controllare tutto, pesando cibi e parole. 
Per questo ho escogitato alcuni trucchi per evitare che questi bei momenti, alla fine, possano penalizzare la forma fisica e di conseguenza il mio umore. 
Così se so già che la sera uscirò a pranzo cerco di stare leggera. Mi cucino straccetti di petto di pollo al limone o allo zenzero e li condisco insieme all'insalata. Oppure mi preparo delle salsette da spalmare su gallette al farro (le più buone di tutte). Una di queste la faccio con una scatoletta di tonno, robiola e qualche cappero dissalato, frullo tutto e il risultato è buonissimo e appetitoso. Poche mosse che mi evitano di accendere il fuoco (con 35 gradi all'ombra è dura...), di  gratificarmi e non appesantirmi troppo. Alle gallette aggiungo un'insalatina mista condita con limone e sono a posto. Tutte pietanze appetitose e leggere. 
Altrimenti cuocio del riso integrale, cous cous o quinoa (che si fa molto prima), e a parte metto in padella un misto di pesce fresco preparato dal pescivendolo, un filo d'olio e uno spicchio di aglio schiacciato. Cinque  minuti di fuoco, poi spolvero con un po' di prezzemolo e peperoncino, unisco al cereale scelto e mi preparo un primo/secondo appetitoso e leggero. Ultima idea di piatto goloso e non pesante sono i pomodori ripieni con tonno e capperi. Si prendono i pomodori maturi e si tagliano a metà, sgocciolandoli e togliendo il sugo interno. A parte si prende della mollica di pane e si bagna nell'aceto, poi del tonno, dei capperi e un po' di maionese (poca per amalgamare). Si trita tutto e ci si riempiono i pomodori. Con il tubo della maionese si fa un ornamento sopra per rendere il tutto bello anche all'occhio. Un successone, anche per i bambini. 

Per contatti, critiche e consigli non siate timidi, scrivete a  bettaboninsegna13@gmail.com
 

Pane, olio e fantasia

Il cibo è piacere, ma anche cultura. Nella zona di Forlì e Cesena non mancano ottimi prodotti alimentari tipici e uno degli ingredienti fondamentale per cucinarli, che è la fantasia. Come non mancano locali dove si mangia bene, si fa intrattenimento intelligente e si tramandano tradizioni culinarie rinnovandole. Qui troverete storie di piatti tipici, nuovi locali che aprono, eventi gastronomici di richiamo, idee innovative da mettere in tavola e curiosità da versare nel bicchiere e bere tutte d'un fiato. Quindi prendete posto e buon appetito a tutti.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Torna su
CesenaToday è in caricamento