Attualità

"L'altra faccia del covid": al via un ciclo di conferenze online organizzate dal Partito Democratico

Lorenzo Plumari (Segretario PD Cesena): “Attraverso la voce di professionisti cercheremo di esaminare le diverse ricadute della pandemia sulla nostra società, dallo sport alla cultura, dall’economia al sociale”

Si terrà mercoledì 5 maggio alle ore 18:30 il primo evento del ciclo di incontri sul tema “L’altra faccia del Covid-19”. Quattro incontri incentrati sui risvolti della pandemia, dallo sport alla cultura, dall’economia al sociale. Il primo incontro verterà proprio su quello che è stato il risvolto in ambito sportivo che questa pandemia ha avuto nel nostro territorio e nel nostro Paese. L’incontro sarà trasmesso in diretta sulla pagina Facebook del Partito Democratico di Cesena e sarà introdotto e coordinato dal Segretario comunale PD Cesena Lorenzo Plumari, il quale dialogherà con Andrea Rossi, Deputato del Partito Democratico, Riccardo Brizzi, Professore di Storia contemporanea presso l’Università di Bologna e Fabio Benaglia, giornalista e scrittore sportivo.

Sono circa 5 milioni gli italiani tesserati di Federazioni Sportive e Discipline Sportive Associate e quasi 8 milioni gli aderenti ad Enti di Promozione Sportiva, numeri che negli anni sono in crescita e che forniscono elementi utili sullo sport organizzato nel nostro Paese. Cresce la cultura e la richiesta di praticare attività sportiva, la quale, oltre a essere importante per lo sviluppo sano e armonioso del corpo, è fondamentale perché favorisce una crescita cognitiva, emotiva e sociale. “La pandemia sta colpendo fortemente il mondo sportivo. Il lungo periodo di impossibilità di far svolgere gran parte delle attività ai propri associati, di chiusura degli impianti sportivi e di mancanza di adeguate risorse stanno mettendo in forte difficoltà le associazioni, molte delle quali rischiano di chiudere definitivamente, togliendo un  presidio sociale del territorio di primaria importanza. Lo sport infatti è anche inclusione, contrasto alle discriminazioni e alle violenze, oltre che formazione e crescita di comunità. Non possiamo poi dimenticare che l’associazionismo sportivo rappresenta la terza colonna centrale educativa per i nostri giovani, al fianco della scuola e della famiglia”.

“Per questo – prosegue Plumari – occorre impegnarsi fin da subito per guardare oltre l’emergenza, serve mettere la promozione dello sport al centro delle politiche pubbliche, dando sostegno al mondo sportivo, far emergere e dare certezze  al lavoro di centinaia di migliaia di persone, avere consapevolezza del valore e delle potenzialità di questo sistema. A Cesena non partiamo da zero, abbiamo infatti una città che da sempre è ricca di realtà sportive e di aree dedicate e stiamo mettendo in campo una progettualità seria e lungimirante in questo senso, basti pensare al percorso di Cesena Sport City e al percorso di progettazione lanciato ieri dal Comune grazie alle risorse, pari a 825 mila euro, ottenute attraverso il bando nazionale Italia City Branding che ha visto la nostra città sesta in graduatoria, prima città dell’Emilia-Romagna, e che finanzierà la progettazione definitiva ed esecutiva di un nuovo modello di impiantistica sportiva cittadina, collegata da nuove infrastrutture ciclabili”.

“Come Partito Democratico di Cesena – conclude – siamo impegnati per dare le risposte necessarie a un sistema sportivo che certamente ha bisogno di essere sostenuto in questa fase di forte difficoltà e di essere rilanciato con grande convinzione. Questo è il percorso che intendiamo avviare con questo incontro, a cui ne seguiranno altri già nelle prossime settimane, e che dovrà consolidarsi e guardare al futuro, per la promozione dello sport come bene comune”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"L'altra faccia del covid": al via un ciclo di conferenze online organizzate dal Partito Democratico

CesenaToday è in caricamento