Viali verso il Ravenna: "Sarà un derby dal sapore diverso, a Pesaro ho rivisto il mio Cesena"

“Dobbiamo fare uno step sotto il profilo del risultato: sarà importante portare a casa punti. E' sempre un derby, anche se l'assenza del pubblico cambierà le cose"

“Non voglio perdere energie nell'analisi della partita di Pesaro: ora dobbiamo concentrarci sul Ravenna”. Inizia con questo messaggio perentorio la conferenza stampa di William Viali alla vigilia del derby. “Dobbiamo fare uno step sotto il profilo del risultato: sarà importante portare a casa punti. E' sempre un derby, anche se l'assenza del pubblico cambierà le cose: l'atmosfera sarà diversa, non ci sarà lo stesso sapore. Noi comunque dobbiamo fare una grande partita e dare continuità a quanto fatto nelle ultime partite''.

Il tecnico si è soffermato sul momento che stanno attraversando gli avversari, alle prese con alcuni casi di positività al Covid-19: “Mi dispiace molto per quello che sta vivendo il Ravenna: noi abbiamo vissuto situazioni simili e sappiamo che non sono piacevoli. Gli auguro di non avere altri positivi così da poter giocare come accadde a noi a Carpi”.

Viali ha poi analizzato la prestazione contro la Vis Pesaro, che ha fatto seguito ad altre gare nelle quali il Cesena aveva mostrato alcune criticità: “La partita di mercoledì mi ha dato conferma del fatto che non abbiamo fatto passi indietro sotto il profilo dell'atteggiamento: ho rivisto la mia squadra. Abbiamo dominato il gioco senza rischiare nulla: i ragazzi avevano perso un po' di sicurezza, ma contro la Vis Pesaro ho avuto risposte importanti. Domani mi aspetto un Ravenna arrabbiato e una partita più nervosa rispetto a quella di mercoledì, che è stata complicata ma pulita. Sarà sicuramente più difficile sotto l'aspetto della fluidità del gioco”.

Chiosa finale sul fattore campo, che in questo avvio di stagione non sta premiando il Cesena. Questo, però, per Viali non deve trasformarsi in un problema: “Il fatto dei risultati negativi in casa è relativo: non dobbiamo pensarci. L'assenza del pubblico ovviamente incide, ma dobbiamo anche considerare che in casa abbiamo incontrato squadre di altissimo livello. La cosa più importante però è dare continuità di prestazioni: non dobbiamo trasformare il nostro stadio in un problema. L'unica cosa importante è quella di fare punti: questa è l'unica lettura che dobbiamo dare alla situazione. Noi dobbiamo leggere le cose nel modo giusto, altrimenti il rischio è quello di marchiare una situazione che diventa poi indelebile quando non lo è, ecco perché i ragazzi devono viverla come una parte della stagione venuta così. Non c'è dietro un problema: l'atteggiamento della squadra è stato lo stesso a Pesaro e in casa contro Triestina e Feralpisalò”.

Quella col Ravenna è una partita importante in una fase del campionato di difficile interpretazione per il tecnico: ''La classifica è ancora cortissima e, tolte le prime che stanno andando ad un ritmo diverso, noi dobbiamo considerare scontri diretti tutte queste partite. Un errore in gare di questo tipo, infatti, può portare a lottare in zone di classifica più basse rispetto a quelle che sono le nostre ambizioni. E' ancora presto per fare una valutazione precisa sul campionato: il confine tra la zona alta e quella bassa è ancora molto sottile”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bonaccini: "La regione torna 'gialla' da domenica. No al coprifuoco natalizio"

  • Positivo al tampone e in attesa dell'esito, trovato cadavere in casa

  • Ristoranti d'eccellenza: le stelle Michelin brillano ancora su Cesenatico

  • Focolaio di Covid all'interno dell'ospedale, il sindaco: "Situazione di emergenza"

  • Coronavirus, tornano a salire i contagi nel Cesenate. E si piangono altre vittime

  • Terremoto avvertito nel cuore della notte: epicentro nella pianura forlivese

Torna su
CesenaToday è in caricamento