Sensi-Ragusa, e il Cesena contro il Pescara torna a rivedere la vittoria

Il Cesena torna a vedere di nuovo la vittoria ed esce dalla partita serale di venerdì con tre punti a spese del Pescara, arrivato in terra di Romagna con la speranza di far punteggio. Ed è il solito Sensi a mettere subito il Cesena nella condizione psicologica favorevole del vantaggio

Antonino Ragusa

Il Cesena torna a vedere di nuovo la vittoria ed esce dalla partita serale di venerdì con tre punti a spese del Pescara, arrivato in terra di Romagna con la speranza di far punteggio, visto il suo “ruolino” nel campionato di serie B e un momento non propriamente splendente dei bianconeri. Ed è il solito Sensi a mettere subito il Cesena nella condizione psicologica favorevole del vantaggio.

Sensi-Ragusa: un bel binomio, un'azione di vera intesa quella che permette di cambiare il volto del primo tempo di Cesena-Pescara. La partita inizia all'insegna dell'equilibrio e così rimane per una decina di minuti. A fare la differenza, al 12° minuto è il fuoriclasse Sensi, ambito da diversi club italiani,  che batte una punizione dalla sinistra e serve con grande precisione Ragusa che colpisce di testa nell'area piccola, senza lasciare scampo al portiere Aresti. Il Cesena ci riprova al 16° , ma questa volta l'estremo difensore abruzzese blocca l'azione. E ancora al 25°: Kessie si fa vedere con un tiro potente da lontano, poi ancora Ragusa al 28°che si vede respinto all'ultimo da un indaffaratissimo Aresti. Kone colpisce di testa di rimando, ma anche in questo caso niente gol. Al 33° minuto è Garritano a “bombardare” la porta avversario con un tiro-cross, Aresti respinge coi pugni. Per il Pescara si mettono in vista Caprari e Benali, ma si può dire che è il Cesena ad aver creato di più. Gli abruzzesi rimediano anche le ammonizioni di Memushaj, Lapadula e Mandragora.

Il secondo tempo parte con la sostituzione imprevista di Garritano per Succi, a causa di un infortunio alla caviglia e vede continui cambiamenti di fronte tra romagnoli e abruzzesi. La rete viene scossa al 17°, è quella del Cesena difesa da Gomis. Ma si tratta di un gol di Lapadula che viene annullato. L'occasione (sprecata) per il raddoppio avviene alla mezzora del secondo tempo: Kessie si ritrova il pallone servito in area dopo un'azione pasticciata, ma spreca centrando il portiere abruzzese. Lì vicino c’è anche Molina che tocca di rimbalzo puntando all'incrocio dei pali, senza riuscire però a centrare lo specchio della porta. Gli ultimi minuti sono all'insegna dei cambi: esce Ragusa ed entra Capelli. Appena 8 minuti di gioco per quest'ultimo, poi  un piccolo infortunio: perde sangue dal naso. Rientra poco dopo. La partita si chiude alla fine sull'1-0, dopo sei minuti di recupero imposti dall'arbitro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il tir va troppo piano e insospettisce la polizia stradale, multato "furbetto" del cronotachigrafo

  • E45, in 5 in auto multati dalla Polizia stradale. 26 sanzioni anche per gli amici che arrivano in caserma

  • Ondata di furti nella notte, l'intera frazione sotto choc: sottosopra una decina di case

  • Cosa si può fare in 'zona arancione'? Le faq con le risposte a tutte le domande

  • Coronavirus, 100 nuovi positivi nel Cesenate. Si piangono altre 5 anziane vittime

  • Emilia Romagna a rischio zona rossa automatica, Bonaccini frena: "Quel limite non passerà"

Torna su
CesenaToday è in caricamento