menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sale l'attesa all'Ippodromo, si alza il sipario sull'86esimo campionato europeo di trotto

L’Albo D’Oro ci riporta ad un’ippica ricca di figure leggendarie, con i nomi di Homer ed Ettore Barbetta a sancire l’edizione 1927, la prima di una inimitabile saga

Il grande giorno si avvicina a grandi passi in un’estate che declina piano piano verso il suo epilogo, le luci ancora illuminano la Riviera ed il Savio porta in scena il Campionato Europeo Orogel, con i suoi 12 campioni e la febbrile attesa degli appassionati per  l’agognato race off. L’Albo D’Oro ci riporta ad un’ippica ricca di figure leggendarie, con i nomi di Homer ed Ettore Barbetta a sancire l’edizione 1927, la prima di una inimitabile saga che si interruppe solo dal 1942 al 1947, per poi proseguire e regalare gloria e notorietà, prestigio ai migliori “free for all” del panorama mondiale.

I nomi dei plurivincitori echeggiano nella memoria, il biondo Tornese, il mitico Crevalcore, la leggiadra Eileen Eden, l’apolide Nealy Lobell, il teutonico Campo Ass, hanno scritto indelebili pagine di storia sulle piste di tutto il Mondo, siglando in epoche diverse la corsa che rende la Cesena ippica famosa e proiettando i nomi dei loro interpreti nell’Olimpo delle redini lunghe; Vivaldo Baldi e Sergio Brighenti, l’omino di Amburgo Jans Fromming, lo scandinavo Jorma Kontio, il teutonico dall’animo latino Wevering ed il giramondo Jos Verbeeck, il “diavolo belga” invincibile in pista e ricco di charme che tanti allori ha riportato sulla nera pista di Vincennes. 

I gentlemen italiani scendono in Riviera per dare vita ad una serata interamente dedicata alla categoria, con la tqq ai vertici tecnici del convegno, nel cui lungo dipanare agonistico non mancano altre occasioni di rilievo, il tutto a partire dalle 21 sino ai margini del nuovo giorno, il fatidico 5 settembre, data nella quale andrà in scena il Campionato Europeo. Classica ricetta ad alto gradimento per la stesura della TQQ “Premio Miss Mamma Italiana”, schema ad handicap e duemila metri da percorre per i dodici contendenti divisi tra gli otto del primo nastro ed i quattro del secondo, con poche figure di secondo piano ed un binomio moderatamente favorito, quello tutto piemontese formato dalla facoltosa inquilina del secondo schieramento, Tyl Etoile e dal Campione Italiano uscente Filippo Monti, che della giumenta allenata da Alessandro Raspante è allevatore assieme al fratello Riccardo, nonché proprietario e fedele partner agonistico. Molti ed agguerriti gli aspiranti al podio, al primo nastro specialisti del calibro di Tessitore Jet, Top Dei Model e Roger Op, rappresentano eccellenti pedine per i rispettivi proprietari, Ciro Ciccarelli, Mirko Marini e Michele Canali, il più titolato del lotto, senza peraltro dimenticare che l’ambizioso Guido Gnoffo propone il suo Tsunami Gifont fidando in un immediato free way da parte degli avversari che gli consentirebbe di gestire all’avanguardia la difficile contesa. 

L'evento

Venerdì 4 settembre, l’Ippodromo di Cesena, ospita le Pre Finali della 27° edizione di “Miss Mamma Italiana GOLD 2020”, concorso nazionale di bellezza e simpatia con marchio registrato, riservato a tutte le mamme aventi un’età tra i 46 ed i 55 anni. A partire dalle ore 21.30 nella splendida cornice dell’Ippodromo di Cesena, sono in programma le Pre Finali dove verranno proclamate le 16 mamme che staccheranno il pass per la Finale Nazionale (di domenica 06 settembre alla Fiera di Forlì dove verrà eletta “Miss Mamma Italiana GOLD 2020”).

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento