Al "Benito Stirpe" il match dalle mille emozioni: il Cesena tiene testa al Frosinone

La prestazione deve essere un'iniezione di fiducia al gruppo di mister Fabrizio Castori, ancora incollato ai bassi fondi della classifica, ma con la consapevolezza di aver un'anima guerriera

Laribi protagonista con una doppietta

Il festival del gol e dell'emozioni. E' quello andato in scena al "Benito Stirpe" di Frosinone, dove la quotata compagine ciociara ha ospitato un Cesena tutt'altro che remissivo e impaurito. Ne è nato un match bello, intenso e vivace, con i bianconeri capaci per due volte di tenere testa ai padroni di casa, farsi rimontare ed agguantare con tanta rabbia in corpo un meritatissimo pareggio. La prestazione deve essere un'iniezione di fiducia al gruppo di mister Fabrizio Castori, ancora incollato ai bassi fondi della classifica, ma con la consapevolezza di aver un'anima guerriera, quella che serve per raggiungere la salvezza. La mano di Castori si vede, eccome.

Primo tempo

Consueto 3-4-3 per Moreno Longo, col trio offensivo Ciano-Ciofani-Dionisi: Castori risponde con Dalmonte preferito a Panico sulla corsia sinistra di centrocampo e Jallow in attacco. Parte meglio il Frosinone, ma il Cesena chiude senza troppe apprensioni le iniziative del tridente ciociaro. Al 17' il primo squillo dei padroni di casa: Gori ruba palla a Laribi e calcia subito verso la porta di Fulignati, attento nel neutralizzare in due tempi la botta dalla distanza. Ci prova Daniel Ciofani da lontano, ma il suo tiro viene respinto dalla difesa romagnola. E nel momento di maggior affanno il Cesena trova il gol al 18': Kupisz pennella uno splendido cross da destra, Laribi sovrasta Matteo Ciofani e batte Bardi di testa.

Il Frosinone impiega quattro giri di lancette per trovare il pareggio: su crossa dalla destra di Gori, Beghetto approfitta di una disattenzione di Kupisz e batte Fulignati. Al 24' Ciano cerca il raddoppio su calcio di punizione, Fulignati devia in corner con un gran volo. Risponde il Cesena al 31': Scognamiglio stacca di testa su calcio d'angolo di Laribi, Bardi fa il prodigio e nega il secondo gol consecutivo al difensore romagnolo. Il gol è nell'aria e al 32' Laribi firma la sua doppietta, battendo l'estremo difensore scuola Inter grazie ad una fortuita deviazione di Daniel Ciofani.

La gioia dura poco. Minuto 33':  Kupisz si scontra con Beghetto e gli rifila un colpo in faccia. Per l'arbitro non ci sono dubbi: rigore e rosso al difensore bianconero. Dionisi ringrazia e spiazza Fulignati dagli undici metri. Castori esplode la propria rabbia e serve l'intervento dello staff per calmarlo. Al 39 Ciano ha tra i piedi la palla del 3-2: l'ex bianconero , tutto solo all'interno dell'area, calcia male e spedisce la sfera alta sopra la traversa. E l'ultima emozione di un primo tempo ricco di gol e di tensione negli ultimi minuti.

Secondo tempo

Pronti via, il Frosinone è subito offensivo: Maiello ci prova dalla lunga distanza, ma il suo tiro viene smorzato senza problemi da Fulignati. Al 50' il neo entrato Soddimo al posto di Brighenti arriva vicinissimo al gol del vantaggio, ma la sua sponda colpisce la traversa. Tre minuti più tardi romagnoli pericolosi con un potente destro di Jallow, Bardi si esalta e respinge. I padroni di casa intensificano la pressione: al 64' ci prova Soddimo con un tiro a giro, deviato in corner. Al 69' Fulignati salva il risultato, bloccando con i piedi il rasoterra centrale di Maiello ben servito dal solito Soddimo.

Il Cesena sente la fatica e nel giro di pochi minuti Castori prima perde Schiavone e poi Dalmonte. E al 77' Soddimo trova il gol del 3-2: Fulignati prima fa il miracolo su colpo di testa di Daniel Ciofani, ma nulla può contro il numero 10 abile ad avventarsi sul pallone e calciare in rete. Il gol non va giù alla panchina bianconera, che reclama per un fallo su Fazzi all'inizio del'azione: Cacia, tra i più nervosi, viene espulso. Partita finita: nemmeno per sogno. al 83 Jallow aggancia in area un cross di Vita, si gira su se stesso e con un sinistro angolato infila Bardi. Nel finale, concitato e nervoso, assalto ciociaro, ma il Cesena tiene. E' un punto d'oro per la banda Castori.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I 40 disobbedienti della scampagnata senza mascherina, Rosso: "Irresponsabili? No, siamo sani"

  • Tante classi in quarantena ed un morto, l'evoluzione del virus nel Cesenate

  • Parrucchieri, gommisti e spesa alimentare, il governo aggiorna le "faq": gli spostamenti ammessi

  • Preso in pieno all'incrocio, paura per un ciclista travolto da un'auto

  • Scende l'indice Rt in regione ma salgono i positivi nel Cesenate. Si piange un'altra vittima

  • Covid, il bollettino: 92 nuovi positivi nel Cesenate nelle ultime 24 ore. Un altro morto nell'area del Rubicone

Torna su
CesenaToday è in caricamento