Cesena sull'orlo del fallimento? Lugaresi va in tv: "Solo voci tragiche da calciomercato"

Dopo il rincorrersi di voci che continuavano ad insinuare il timore che a causa del forte indebitamento vi fosse il rischio di un default della società calcistica, Lugaresi illustra i numeri

Non esiste all’orizzonte l’ipotesi di un fallimento del Cesena Calcio e la società si iscriverà regolarmente al prossimo campionato, secondo i programmi già in essere. E’ quanto spiega con una conferenza stampa televisiva su Tele Romagna il presidente del Cesena Calcio Giorgio Lugaresi. Dopo il rincorrersi di voci che continuavano ad insinuare il timore che a causa del forte indebitamento vi fosse il rischio di un default della società calcistica, Lugaresi ha deciso di illustrare i numeri nei dettagli, spiegando che “vi è un percorso di risanamento” e quindi “non si capisce perché la gente pensi che siamo a rischio di fallire”.

Il problema – è noto – è il forte  indebitamento pregresso della società, che però per Lugaresi è sotto controllo “scadenzato e rateizzato”. E’ vero che, per stessa ammissione di Lugaresi, “la fine del tunnel è prevista tra cinque anni”, ma il quadro economico sarebbe in sicurezza. Certo, non sarebbe male, aggiunge il presidente “allargare il gruppo dirigente, coinvolgendo persone anche da fuori territorio: ci stiamo lavorando”. Tuttavia, questo non significa che ci sarà un cambio al vertice nell’immediato futuro. Negli orizzonti del Cesena non ci sono compratori e restano saldi al comando Lugaresi stesso e Rino Foschi, quest'ultimo per quanto riguarda la guida dell’area tecnica. Spiega Lugaresi: “Nel Cesena non c’è un azionista di maggioranza, la mia guida serve perché ho la qualità dell’ascolto, oltre che i contatti nel mondo del calcio. Il gruppo degli azionisti, che è anche un gruppo di amici, si fida di me e sento forte questa responsabilità”. E su Foschi ricorda il loro legame inscindibile di amicizia: “E’ bravissimo come pochi, e ne conosco tanti, ed ha una grande onestà, si può dare questa cosa per scontata ma in questo settore non è così”.

Quindi sul bilancio ammette che è necessario “migliorare la comunicazione”. Poi entra nei numeri confermando che “esistono 30 milioni di debiti verso l’erario, di cui un terzo è dato da multe e interessi”. Si tratta anche in questo caso di un debito rateizzato e scadenzato. Ha aggiunto inoltre che “è in corso una trattativa con l’erario per ridurre il debito in modo drastico, voglio pensare positivo”. Inoltre, ha spiegato Lugaresi, che “i club di serie B presentano un indebitamento medio di 14,1 milioni”. Questo è per dire che “la difficoltà è di tutti”. Il Cesena, invece “ha saldato il 70% dei fornitori correnti e in questi tre anni e oltre abbiamo rispettato tutte le scadenze federali sui pagamenti dei tesserati”. Gli obiettivi infine restano poi quelli di sempre: “Far sparire questo debito e mantenere almeno questa categoria”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Chiosa Lugaresi: “Durante il calciomercato si parla di smobilitazione, si alimentano voci tragiche, mi sembrava giusto tranquillizzare i nostri tifosi”. La conferenza stampa ha avuto spazio anche per una serie di argomenti collaterali: da una parte la passione di Lugaresi per i social network (“Ho la mania del web e a volte faccio sciocchezze incredibili”), dall’altra il rapporto perennemente teso con gli ultras (“Premesso che non abbiamo problematiche di violenza, tanto che non ci siamo neanche posti il problema quando abbiamo tolto le barriere, non mi interessa se non piaccio a tutti, l’importante è che sostengano, come fanno, la squadra”). All’orizzonte ci sono poi i lavori per ospitare gli Europei Under 21: “Ci saranno lavori strutturali da fare per allargare il campo di un metro e dovremo rifare il campo, vedremo se in erba o un misto di erba e sintetico”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Addio a Sergio Rossi, anche il 're' del calzaturiero tra le vittime del virus: "Una grande perdita"

  • "Creativo e perfezionista", ha portato la scarpa di San Mauro in tutto il mondo. Tanti ricordano Sergio Rossi

  • Stroncato da un'emorragia cerebrale, era positivo al Covid: addio all'ingegnere della Soilmec

  • "Un giorno tristissimo", si è spento l'imprenditore dell'ortofrutta Daniele Brunelli

  • Stabile il rallentamento del virus (+12), si piange il 16esimo morto. In provincia oltre 1000 positivi

  • Caffè o spesa con bar e supermercati chiusi, una decina pizzicati dai Carabinieri

Torna su
CesenaToday è in caricamento