Cesena calcio nel baratro, i tifosi organizzano un corteo fino a piazza del Popolo

I supporter bianconeri hanno dimostrato ancora una volta il loro indissolubile attaccamento ai colori di quel Cavalluccio che sta rischiando di dire arrivederci al calcio professionistico

Foto dalla pagina FB "Cesenafansclub Zivitela"

Sono indiscutibilmente i tifosi uno dei pochi lati positivi della vicenda del Cesena calcio che nelle ultime settimane sta tenendo banco in città. I supporter bianconeri hanno infatti dimostrato ancora una volta il loro indissolubile attaccamento ai colori di quel Cavalluccio che sta rischiando di dire arrivederci al calcio professionistico. Nella riunione di martedì sera, in cui si sono presentati tutti i rappresentanti dei tifosi, è stato deciso che sabato pomeriggio si terrà un corteo con partenza dallo stadio fino a piazza del Popolo. Il ritrovo sarà alle ore 18 sotto la curva Mare, per poi partire alle ore 19.

>> "Plusvalenze fittizie e affari a vantaggio degli amministratori", ecco cosa c'è nei bilanci del Cesena 

Intanto, come è noto, si complica il quadro dell’AC Cesena SpA, dopo il diniego dell’Agenzia dell’Entrate alla proposta di piano di ristrutturazione del debito della società bianconera.  La Procura della Repubblica di Forlì – retta dal procuratore reggente Filippo Santangelo - ha depositato una formale richiesta di fallimento della società calcistica cesenate. La richiesta è stata depositata mercoledì scorso, vale a dire il giorno dopo la comunicazione dell’Agenzia dell’Entrate in cui si respingeva il piano che prevedeva la riduzione da 33 a 20 milioni del debito con l’Erario. Sarà ora il Tribunale di Forlì a dover valutare la richiesta della Procura. Fino ad ora la questione riguardava il Cesena e i suoi creditori, sia privati che istituzionali. Ma proprio il principale di questi, l’Agenzia dell’Entrate, non ha ritenuto sufficiente la proposta di ristrutturazione della massa debitoria, per ben due volte, il 28 maggio e il 19 giugno, facendo concludere l'ultima udienza del 7 giugno con un nulla di fatto. A pesare anche la richiesta di commissariamento della società, avanzata dalla FIGC, in base all'articolo 2409 del codice civile, per gravi irregolarità. La richiesta è in fase di vaglio del Tribunale delle Imprese di Bologna.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • Prima vittima del Covid nel comune, il sindaco: "Profonda tristezza e sconforto"

  • Bonaccini: "La regione resta 'arancione' ma negozi riaperti già da domenica"

  • "Siano riconosciuti gli esiti dei tamponi rapidi per lo stato di malattia dei lavoratori"

  • Ristoranti d'eccellenza: le stelle Michelin brillano ancora su Cesenatico

Torna su
CesenaToday è in caricamento