Giampaolo appeso a un filo: "Non so se ho ancora la fiducia della società"

Il mister ammette che non sa se ha ancora l'appoggio della società. Perde punti quando ammette che in assenza di Mutu il rigorista lo si decide sul momento. Ficcadenti: "Il Cesena ce la può fare"

Giampaolo svela il mistero legato al rigore. “Il rigorista non c’era perchè non c’era Mutu. - ha detto - Doveva battere chi era più sereno e capace di assumersi quella responsabilità. Ghezzal ha dimostrato il suo impeto ma non era la persona più in grado di assumersi la responsabilità per sé stesso e gli altri. Ho ritenuto fosse meglio che a batterlo fosse un altro”. Ha poi chiuso la questione con un telegrafico: “Chi prende la palla calcia, e mi sta bene, ma non Ghezzal!”.

Stasera sul piano tecnico non potevamo chiedere di più alla squadra - ha continuato - ma non poteva mancare l’orgoglio, la lotta e il sentirsi squadra. Questo non posso rimproverarlo. Siamo stati chiamati a giocare la partita dell’orgoglio e del riscatto dopo la sconfitta a Siena”. Sulla scelta del tridente d’attacco ha detto che Eder Ghezzal e Martinez sono attaccanti di movimento, invece Bogdani è un riferimento più statico”.



“Sono consapevole che bisogna vincere e non so se ho ancora l’appoggio della società. - Ha ammesso - Il mio rammarico è tutto sul risultato. “Siamo partiti bene, abbiamo fatto quasi una prestazione perfetta nel primo tempo - ha esordito Ficcadenti - ma abbiamo ceduto a livello mentale nella ripresa secondo. Abbiamo lasciato spazio e subìto un paio di rischi ma la difesa si è chiuso bene”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In merito alla passata stagione con i bianconeri, Ficcadenti ha detto: “Il Cesena non merita la classifica che ha oggi, quell’ultimo posto non rende giustizia. Anno scorso abbiamo fatto un grande campionato con il Cesena, giocato con grande umiltà. La nostra forza - ha continuato - è stata quella di non mollare e alla fine abbiamo chiuso a quota 43 punti”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Governo al lavoro per un nuovo Dpcm, si pensa a coprifuoco e altri limiti per i locali

  • Finisce l'incubo per la famiglia, dopo l'appello a "Chi l'ha visto" ritrovata la 17enne scomparsa

  • Ore di ansia per la famiglia, si moltiplicano gli appelli per una 17enne scomparsa: ma c'è il lieto fine

  • Si lascia cadere nella notte dal Ponte vecchio: recuperato il cadavere nel Savio

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • La palestra sfida il Dpcm: "Resto aperto, i clienti sono venuti ai corsi come un normale lunedì"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento