Defrel illude, il Cesena spreca il doppio vantaggio. L'Atalanta punisce e vince

Quella andata di scena allo stadio Atleti Azzurri d'Italia è stata una gara emozionante e ricca di gol. Peccato per il risultato negativo per i bianconeri

Un'occasione persa ed una classifica che si fa ancor più complicata. Il barometro del morale del Cesena registra una netta picchiata. La squadra di mister Pierpaolo Bisoli è capitolata per 3-2 nella sfida salvezza contro l'Atalanta. Eppure per la squadra di mister Pierpaolo Bisoli le cose si erano messe benissimo, con il doppio vantaggio firmato da Defrel. Poi un discusso gol dell'ex Benalouane ed un inizio di ripresa shock, con due reti incassate nel giro di un minuto, hanno condannato i romagnoli al secondo ko consecutivo dopo la debacle di domenica scorsa contro il Genoa. La panchina di Bisoli resta in bilico, nonostante la fiducia ribadita anche nei giorni scorsi dal presidente Giorgio Lugaresi e dal direttore sportivo Rino Foschi.

4-3-1-2 PER BISOLI - Bisoli ha optato per il consueto 4-3-1-2, con Defrel e Djuric in attacco, mentre Colantuomo ha replicato con il 4-4-1-1 con Morales alle spalle dell'unica punta Denis. Il primo squillo interessante è stato di marca bianconera, con un colpo di testa di Djuric al 12' troppo centrale che non ha creato particolari problemi per l'estremo difensore Sportiello.

PRESSING ATALANTA - I padroni di casa col trascorrere dei minuti hanno alzato il baricentro, costruendo due palle gol tra il 16' e il 17'. La prima con un'incornata di Morales, di poco alta sopra la traversa, la seconda con Denis, che ha colto l'attimo necessario per battere Leali. Gli orobici hanno continuato a produrre gioco, mancando al 24' l'1-0 con un colpo di testa di Gomez da posizione ravvicinata

GIOIE BIANCONERE - Il Cesena è riuscito comunque a contenere le offensive bergamasche, ripartendo in contropiede. Ed in una di queste Defrel al 31' ha trovato la rete di vantaggio, battendo Sportiello con un sinistro angolato. La reazione dell'Atalanta non si è fatta attendere, sfiorando il pari al 36' con una botta di Cigarini dalla distanza fuori di un nulla. Al 42' è arrivato il raddoppio di Defrel, con un perfetto diagonale al quale nulla ha potuto il portiere dell'Atalanta.

IL GOL DELL'EX TRA LE POLEMICHE - Partita chiusa? Neanche a dirlo. Nell'unico minuto di recupero l'ex Benalouane ha accorciato le distanze con una girata al volo in area. Un 2-1 che ha innescato le reazioni dei bianconeri, per un sospetto fuorigioco del difensore nerazzurro.

INIZIO RIPRESA DA INCUBO - Colantuomo si è affidato a Rolando Bianchi, lasciando negli spogliatoi Gomez. E al pronti via il neo entrato è andato vicino al 2-2, con una bella girata di testa che ha sfiorato il palo più lontano. Poi la follia del Cesena, complice anche una difesa da rivedere. L'aggancio ai bianconeri è arrivato al 50, con un tap-in di Stendardo, dopo un miracolo di Leali su colpo di testa ravvicinato di Denis. Neanche il tempo di leccarsi le ferite, che i nerazzurri hanno trovato addirittura il gol del sorpasso di Moralez, abile ad approfittare di un'incomprensione tra Leali e Capelli per depositare la palla in rete.

MORALE A TERRA - Per il Cesena è stato un doppio colpo durissimo, accusando cali di concentrazione che si sono concretizzati con passaggi imprecisi e nervosismo (eloquente il brutto fallo di Giorgi su Carmona). Di contro l'Atalanta ha cercato di addormentare il match. La mossa di Bisoli è stata quindi quella di togliere Giorgi e buttare nella mischia Rodriguez.

PRESSING ATALANTA - Ma a cercare più insistentemente il gol sono stati i padroni di casa nei minuti finali. Al 78' ancora Bianchi, con un colpo di testa, seguito nei due minuti successivi dalla traversa centrata da Del Grosso e dal palo di Migliaccio. All'87 Moralez ha tentato di beffare Leali con un pallonetto, che si è spento altissimo sopra la traversa. Nel capovolgimento di fronte, Tabanelli ha tentato il colpo dalla distanza, con una conclusione di poco fuori. L'ultima occasione del match è stata una telefonata di testa di Bianchi, con facile presa per Leali. Per il Cesena è notte fonda, con Bisoli nuovamente in discussione; per l'Atalanta il ritorno del sorriso dopo ben sei turni lontano dalla vittoria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bonaccini: "La regione torna 'gialla' da domenica. No al coprifuoco natalizio"

  • Positivo al tampone e in attesa dell'esito, trovato cadavere in casa

  • Ristoranti d'eccellenza: le stelle Michelin brillano ancora su Cesenatico

  • Focolaio di Covid all'interno dell'ospedale, il sindaco: "Situazione di emergenza"

  • Coronavirus, tornano a salire i contagi nel Cesenate. E si piangono altre vittime

  • Terremoto avvertito nel cuore della notte: epicentro nella pianura forlivese

Torna su
CesenaToday è in caricamento