Sabato, 31 Luglio 2021
Sport

Angelini sul banco degli imputati: "Se cercate un colpevole sono io, ma il cambio lo rifarei"

Dopo l'1-1 col Montegiorgio il mister scuro in volto: "Il cambio Viscomi per Tonelli? Lo rifarei, partita rovinata per un calo di concentrazione su un corner"

Beppe Angelini a fine gara

E' scuro in volto Angelini dopo il pareggio 1-1 col Montegiorgio. L'aplomb è quello di sempre ma il mister fa davvero fatica a contenere la rabbia. Sul banco degli imputati c'è proprio lui per il cambio conservativo: al 28' minuto del secondo tempo fuori l'autore del gol Tonelli, dentro un difensore Viscomi, dieci minuti dopo gli ospiti, quai mai pericolosi, troveranno il pareggio.

Ma il mister non ci sta: "La sostituzione? La rifarei, avevo bisogno di un giocatore alto, un gol così lo avremmo potuto prendere anche con la difesa a quattro. La verità è che c'è stato un calo di concentrazione inaccettabile in una gara così importante. Gli abbiamo concesso 5-10 minuti in tutta la partita e ci sono costati cari. Sono arrabbiato".

"Se cercate un colpevole - prosegue Angelini - sono io, la colpa è mia. L'importante ora è ripartire, mancano quattro finali". Difficile mandare giù il pari interno col Montegiorgio, per fortuna il Matelica non ne ha approfittato, 3-3 in casa con la Jesina, e rimane ancora a -2. "Sono arrabbiato perché eravamo stati bravi a sbloccare la partita, soprattutto nel secondo tempo abbiamo condotto la gara. Poi per un calo di concentrazione su un calcio d'angolo abbiamo rovinato tutto".

"Probabilmente - conclude Angelini - è destino che questo campionato si deve decidere il 5 maggio. Ora abbiamo due trasferte? Credo che in questo momento giocare in casa o in trasferta cambia poco".

La cronaca di Cesena-Montegiorgio

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Angelini sul banco degli imputati: "Se cercate un colpevole sono io, ma il cambio lo rifarei"

CesenaToday è in caricamento