menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto Facebook sindaco Gozzoli

Foto Facebook sindaco Gozzoli

Paolo Maldini a Cesenatico per il premio Azeglio Vicini: "Fu uno dei primi a credere in me"

L'ex campione rossonero, attuale direttore tecnico del Milan, ha ricevuto al Grand Hotel Da Vinci il premio intitolato ad Azeglio Vicini

Un martedì a sera a Cesenatico per Paolo Maldini. L'ex campione rossonero, attuale direttore tecnico del Milan, ha ricevuto al Grand Hotel Da Vinci il premio intitolato ad Azeglio Vicini. "Ieri sera Paolo Maldini era a Cesenatico - scrive su Facebook il sindaco Mattero Gozzoli - per ricevere il premio "Azeglio Vicini". Lo storico capitano del Milan è stato uno dei pilastri della Under 21 e della nazionale maggiore allenata da Azeglio per cui ha speso parole di grande stima e affetto. Sono stato felice di prendere parte a questa serata per ricordare Vicini e, nel mio piccolo, sono riuscito anche a farmi una foto con uno dei miei idoli d'infanzia".

Come riporta la Gazzetta dello Sport Maldini ha ricordato l'ex ct azzurro. "Questo premio significa tanto per me. Vicini è stato uno degli allenatori che ha creduto in me fin da subito". Sul momento attuale del Milan: "Stiamo bene, abbiamo confermato quello che abbiamo fatto fino a un mese e mezzo fa. Abbiamo qualche infortunato ma questo non ha scalfito il nostro spirito post lockdown. Devo dire che questa squadra ha sempre una convinzione maggiore di poter arrivare ai risultati sperati". Vicini aveva una grande considerazione per Paolo Maldini e,nell'autobiografia scritta dalla famiglia, ha ricordato la grandezza del calciatore e dell'uomo e si è stupito di come non avesse mai vinto il Pallone d'Oro.

Alla serata anche ex compagni in rossonero come Sebastiano Rossi e Massimo Agostini. Le due precedenti edizioni del Premio Azeglio Vicini sono state consegnate a Marco Tardelli e Fabio Capello.

Il dirigente rossonero ha parlato anche di Ibrahimovic: "La presenza di Zlatan è stata fondamentale soprattutto nel post lockdown per dare una carica di energia positiva e anche una competitività a un gruppo molto giovane, la squadra più giovane del campionato. Zlatan non vuole perdere mai, neanche nelle partitelle di allenamento".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Un importante alleato in tempi di Coronavirus: il saturimetro

Salute

Le mascherine per proteggere la salute dei bambini

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento