rotate-mobile
Giovedì, 9 Febbraio 2023
social

Dalla ferramenta del padre nacque l'azienda che oggi festeggia 50 anni d'impresa: la storia di una famiglia

Furono anni di crescita nel bacino di utenza romagna fino a che l’azienda trasse nuova linfa dall’ingresso della figlia Isabella che coincise con l’inserimento della nuova linea produttiva di abbigliamento da lavoro

Zeno Zani, 82 anni, allora fresco ragioniere, entrò nella ferramenta in via Cesare Battisti del padre Aldo, eclettico artigiano che coltivava anche l’arte del liutaio e di lì a poco insieme alla consorte Marta iniziò a vendere e riparare saldatrici e accessori da saldatura. E nata così ‘Zani Work’ che è stata insignita della Targa al valor artigiano per i cinquant’anni di impresa artigiana da Confartigianato Cesena.

L'impresa negli anni si è evoluta ampliando e diversificando le linee produttive in una logica di creativa continuità, tesorizzando gli eterogenei talenti familiari. A consegnarla ai fondatori, i coniugi Zeno Zani e Marta Molari e le figlie Isabella e Cristina che sono entrate in azienda dopo aver svolto altri percorsi professionali, è stato il vicesegretario di Confartigianato Cesena Giampiero Placuzzi. “Un premio alla splendida storia d’impresa e alla lunga militanza associativa - ha affermato -: siamo fieri di avere tra le nostre fila un’impresa all’avanguardia come Zani Work, splendido esempio di ricambio generazionale”.

La storia

“Zani Work, con lo stabilimento nella zona artigianale di Torre del Moro - hanno rimarcato i fondatori - opera nel settore dell’abbigliamento da lavoro, dell’antinfortunistica e della saldatura, produce e commercializza come core business abbigliamento da lavoro, mantenendo l’attività anche nel comparto saldatura, settore in cui fu avviata l’impresa con la denominazione ‘Zani Saldature’”.  “Aprimmo l’attività nel 1972 - rievocano - e nel 1982 ci spostammo nel nuovo stabilimento in via Fanin nell’area artigianale di Torre del Moro, attuale sede”. Furono anni di crescita nel bacino di utenza romagna fino a che l’azienda trasse nuova linfa dall’ingresso della figlia Isabella che coincise con l’inserimento della nuova linea produttiva di abbigliamento da lavoro. “Era il 1999 e portai idee nuove - racconta Isabella Zani - le condivisi con i miei genitori, mi formai sui temi della sicurezza, erano i tempi dell’introduzione della 626, e proposi di uscire dal settore meccanico avviando la commercializzazione degli articoli antinfortunistici legati alla saldatura e successivamente introducendo la linea dell’abbigliamento da lavoro con la creazione del marchio Fashion Work Italy, diventato il core business dell’attività. Nacque così la linea delle tute e dell’abbigliamento da lavoro, di cui siamo rivenditori delle principali produzioni di abbigliamento work-wear come ad esempio Payper e inoltre produciamo anche una nostra linea. Questa svolta aziendale è avvenuta senza tuttavia mai dismettere l’attività nel settore saldature che tuttora permane”.

L’ingresso in azienda anche della seconda figlia Cristina Zani ha permesso di chiudere il cerchio: “Provenivo da esperienze professionali nel settore della comunicazione - afferma - e sono entrata portando il mio know how per avviare un processo di restyling aziendale unitamente al rilancio dell’immagine aziendale attraverso un percorso di re-branding e di rinnovamento, anche tecnologico con investimenti che abbiamo realizzato anche attingendo ai proventi dei bandi, anche con interventi di ricino improntati all’economia circolare. Siamo stati anche premiati da Confindustria territoriale tra le aziende capaci di conseguire risultato economico nel periodo della pandemia e realizzare progetti di sostenibilità ambientale. Abbiamo ridisegnato e arredati gli spazi aziendali in maniera integrata e sostenibile all’interno dello stabilimento e anche all’esterno, attraverso murales che valorizzano e raccontano la nostra storia e la nostra attività. L’artigianato può creare e comunicare bellezza”.

Giovedì 27 ottobre alle 17, Zani Work terrà un evento intitolato "Le vie del lavoro: 40 anni tra saldatura, sicurezza e stile nel lavoro”, per celebrare i 40 anni di apertura dello stabilimento nell’area artigianale Nella foto Zeno Zani, Marta Molari, le figlie Isabella e Cristina Zani con la targa consegnata da Confartigianato insieme al vicesegretario di Confartigianato Giampiero Placuzzi, Cristiana Suzzi e Simona Morghenti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dalla ferramenta del padre nacque l'azienda che oggi festeggia 50 anni d'impresa: la storia di una famiglia

CesenaToday è in caricamento