Venerdì, 25 Giugno 2021
social

Piccoli ma sorprendenti: i musei più curiosi dell'Emilia Romagna

Dall'archeologia allo studio della cultura contadina, dal modellismo, agli aerei delle guerre mondiali, e poi musei dedicati ad artisti e civiltà del passato

Dalle battaglie aeree alla civiltà contadina, dal modellismo storico ai bottoni: sono tanti e diversi i campi d'interesse indagati dai "Piccoli Musei" del territorio. Sul territorio emiliano-romagnolo sono infatti presenti alcuni musei davvero insoliti dedicati ad aspetti curiosi della nostra storia, cultura e civiltà.

L’Associazione Nazionale Piccoli Musei, fondata nel 2007, raccoglie tutte queste piccoli, ma assolutamente interessanti, realtà museali che compaiono in tutta Italia e che interessano anche il territorio romagnolo. Scopriamo tutti i "Piccoli Musei" della nostra Regione.

In Romagna

Ente Morale Biblioteca e Museo Renzi - San Giovanni in Galilea (Fc)
Questo museo archeologico che sorge nel Comune di Borghi è uno dei più antichi musei italiani, infatti fu fondato nel 1885 da don Francesco Renzi, da cui prende il nome e si trova nell’ex Palazzo comunale che fa parte del complesso architettonico fortificato appartenuto alla Signoria dei Malatesta tra il XIII e il XVII secolo. Le collezioni esposte sono articolate in diverse sezioni: naturalistica, pre-protostorica, romana, delle maioliche, della pieve, medievale e l’antiquarium. Tutti gli oggetti esposti provengono dal territorio limitrofo.

Museo del bottone - Santarcangelo (Rn)
Un totale di 15mila bottoni esposti raccontano, attraverso la simbologia, la storia dal 1200 a.c. ai tempi nostri. Presenti i bottoni di 64 nazioni da tutti i continenti, più due che sono stati nello spazio, inviati da Cristoforetti e Parmitano.

Museo storico minerario Sulphur - Perticara (Rn)
L’ex Cantiere Sulfureo Certino dal 2002 ospita moderni ed affascinanti spazi museali, mentre all’esterno del museo l’originale pozzo Vittoria domina ancora il paesaggio su Perticara come antico simbolo del collegamento del paese con l’immensa città sotterranea. 

Museo teatro Angelo Mariani - Sant'Agata Feltria (Rn)
La sua caratteristica è quella di essere completamente in legno, dalla cavea alle colonne portanti al palcoscenico. Visitarlo è un obbligo per la bellezza e la grazia di questo antico e piccolo spazio nato all’inizio del XVII secolo.

In Emilia

Casa Museo Sandro Penzo - Ferrara
La Villa Museo dedicata all'artista Sandro Penzo, allestita dalla moglie Franca Scapoli, presenta molti ricordi e oggetti personali dello scultore, pittore e poeta fondatore del “Surrealtotemismo”.

Gipsoteca Vitali - Cento (Fe)
La Gipsoteca Vitali è una collezione permanente privata di calchi in gesso sull’originale che conta circa 160 pezzi che spaziano dalla scultura greca come la Nike di Samotracia fino al Nudo Femminile del Canova.

Museo archeologi dell’Aria - Copparo (Fe)
Il museo trova sede presso la casa colonica con annesso fienile denominata La Tratta. Storia locale, storia militare e archeologia aeronautica si fondono tra le mura della casa colonica, guidando il visitatore in un viaggio a ritroso nel tempo per conoscere la tecnologia aeronautica, per scoprire l'ingegno di chi ha saputo riutilizzare oggetti e materiali in un periodo drammatico come quello della guerra e dell'immediato dopoguerra e per rivivere le storie dei piloti e degli aerei caduti nelle campagne italiane e del copparese.

Musei del Castello Sestola - Sestola (Mo)
Un complesso di diversi piccoli musei: dalle civiltà montanare agli strumenti musicali meccanici, dalla stanza dei ricordi del soprano Teresina Burchi agli affreschi di Roncaglia del 1400, fino all'esposizione permanente della linea gotica.

Museo archeologico della Valtidone - Pianello Val Tidone (Pc)
Il museo ospita i numerosi reperti archeologici rinvenuti nella vallata. Ii materiali esposti, di proprietà statale, sono ospitati nei sotterranei della Rocca Municipale di Pianello.

Museo civico archeologico Arsenio Crespellani - Valsamoggia (Bo)
Il Museo civico archeologico “Arsenio Crespellani” è un museo a tema archeologico che ha sede nella Rocca dei Bentivoglio, a Bazzano. Conserva importanti testimonianze sul territorio, dalla preistoria, alla protostoria, all'età romana e altomedievale.

Museo dei botroidi di Luigi Fantini - Pianoro (Bo)
Percorso espositivo che comprende una sintesi degli aspetti geologici della Val di Zena, una grande raccolta di Botroidi (forme particolari di sabbie conglutinate) raccolte da Luigi Fantini.

Museo del modellismo storico - Voghenza (Fe)
Con oltre 450 mq. di spazio espositivo, Il museo si caratterizza per essere uno dei pochissimi musei al mondo, tra quelli dedicati al modellismo, non essere monotematico. Ogni sala espositiva è, infatti tematizzata come arredamento e dedicata ad un particolare soggetto quali, ad esempio: treni e ferrovia, mezzi civili e militari, aerei, mezzi navali, uniformologia, soldatini ed una grande collezione di diorami che rappresentano, in varie epoche storiche, la Ferrara Estense.

Museo della Civiltà Contadina dell’Appennino bolognese e Piccolo museo dell’emigrante - Monghidoro (Bo)
Nel Museo della Civiltà contadina dell’Appennino bolognese sono ricostruiti alcuni ambienti ancora esistenti nel nostro territorio fino agli anni ’50 del secolo scorso: una cucina con il camino e molti utensili, una camera da letto, una classe elementare e altri ambienti di lavoro. Vi è anche ricostruito, in scala 1/3, un mulino ad acqua. Nel Piccolo Museo dell’emigrante è possibile invece ripercorrere in grandi pannelli le varie fasi dell’emigrazione italiana dal 1875 ai nostri giorni.

Museo La Noce - Montagnana di Serramazzoni (Mo)
Nel museo vi si trovano in mostra più di 300 strumenti di lavoro dei contadini che vi hanno abitato, ma vi sono anche altri oggetti che riguardano la storia della nostra famiglia come albergatori-ristoratori (e non solo) fino dai primi anni del ‘900.

Museo Uomo Ambiente Il Territorio nel Tempo - Neviano degli Arduini (Pr)
L'idea "museo" ha radici lontane. Proviene dalle tante ricerche realizzate da insegnanti e alunni della Scuola Elementare di Bazzano, dal volontariato e dalla passione di chi ha sempre ravvivato il paese richiamando mestieri ormai scomparsi. Da questa idea il Gruppo Culturale "IL Camino" ha sviluppato il progetto di un museo interattivo e virtuale grazie al contributo finanziario della Fam. Cantini.

Museo della civiltà Villanoviana - Castenaso (Bo)
Il museo sorge nei luoghi in cui il conte Giovanni Gozzadini a metà dell’Ottocento scoprì i resti di una delle principali culture della prima età del ferro italiana, a cui attribuì il nome internazionalmente noto di “Villanoviano”. Il museo ospita la necropoli villanoviana del VII sec. a.C. scoperta nel 2006 a Marano di Castenaso, che, per la ricchezza e la complessità delle tombe, è un esempio importante di sepolcreto aristocratico di area bolognese in fase orientalizzante.

Piccolo Museo del Guercino - Cento (Fe)
Il piccolo museo del Guercino fondato dal Circolo della stampa di cento presso la sua sede, raccoglie pubblicazioni e memorabilia sul pittore centese Giovanni Francesco Barbieri, detto il Guercino.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piccoli ma sorprendenti: i musei più curiosi dell'Emilia Romagna

CesenaToday è in caricamento