Violenze di genere, Cesena SìAmo Noi: "Potenziare strumenti di monitoraggio e ascolto"

"Si tratta - viene illustrato - di una problematica cosi ancora diffusa e quotidianamente dilagante"

Il movimento Cesena SìAmo Noi aderisce alle iniziative di sensibilizzazione sulla lotta contro la violenza sulle donne. "Si tratta - viene illustrato - di una problematica cosi ancora diffusa e quotidianamente dilagante, spesso nascostamente, che ogni iniziativa che porti luce sul problema e su possibili modi di affrontarlo crediamo sia importante. Per avere un quadro della problematica, a livello locale, basti pensare che i casi relativi a donne vittime di violenza che si sono rivolte al Pronto Soccorso nel corso del 2016 sono stati 340 cioè quasi un caso o una segnalazione al giorno. Questo dato, rilevato manualmente dal personale del Pronto Soccorso che ha passato in rassegna le singole cartelle cliniche è considerato sottostimato a causa della reticenza delle vittime a confessare la violenza subita, emerge grazie ad un incontro sulle donne vittime di violenza che si rivolgono al Pronto Soccorso, richiesto dal Comitato Consultivo Misto".

"Questo dato da solo ci fa capire come sia indubbia l’esigenza di un potenziamento degli attuali strumenti di monitoraggio, di ascolto e di intervento nelle situazioni critiche, che vedono molte donne ancora vittime di abusi quotidianamente - viene aggiunto -. Nel corso degli ultimi mesi abbiamo cercato di approfondire, tramite accesso agli atti, alcuni aspetti di una vicenda complessa che ha al suo centro di solito nuclei familiari in stato di fragilità e che necessitano aiuto". Nel prossimo consiglio comunale "Cesena SìAmo Noi" annuncia che saranno chiesti "chiarimenti, tramite interpellanza alla Giunta, sulle politiche messe in atto all’interno del Comune, Consultorio, Pronto Soccorso, Centro Donna, Polizia di Stato, Carabinieri, al fine di monitorare la situazione relativa alla violenza sulle donne ed elaborare strategie efficaci per affrontare la problematica. In particolare, chiederemo conto nuovamente (dopo averlo fatto nel 2016) dei sistemi di segnalazione dei casi al Pronto Soccorso per verificare che sia ora possibile la classificazione specifica dei traumi e lesioni gravi connesse a violenza e che queste segnalazioni siano in un database condiviso tra Pronto Soccorso e Centro Donna: tutto questo è passo indispensabile per monitorare la situazione relativa alla violenza sulle donne ed elaborare strategie efficaci per affrontare la problematica".

"Inoltre, chiederemo con questa interpellanza che il comune di Cesena si attivi a sviluppare il “Codice Rosa” cioè di adeguarsi alle disposizioni nazionali e regionali per far allestire all’interno del Pronto Soccorso di Cesena una stanza per le donne/bambini vittime di violenza alla quale accedano poi tutti gli specialisti (infermieri, ostetriche, medici, assistenti sociali, psicologi, magistrati, ufficiali di Polizia giudiziaria ecc.) preparati ad accogliere le necessità specifiche - viene sottolineato -. È notizia recente che la Regione Emilia-Romagna, a partire dal 2018, è destinataria di un finanziamento che verrà impiegato per supportare diverse linee di azione fra cui la formazione biennale del personale che opera nei Pronto Soccorso degli Ospedali, dei 118 e della rete di riferimento (ospedaliera e territoriale sanitaria e sociale) al fine di migliorare le capacità di accoglienza delle donne che subiscono violenza. Ci sembra opportuno, nella situazione del nostro Pronto Soccorso, non perdere questa occasione per poter intercettare e raggiungere il maggior numero possibile di donne, nel luogo dove purtroppo chi subisce violenza rischia di approdare, come ci conferma anche il dato di Cesena".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Prima vittima del Covid nel comune, il sindaco: "Profonda tristezza e sconforto"

  • Non si fermano i lutti, si piange un'altra vittima del virus. Positivi in lieve calo

  • Covid, il bollettino: 92 nuovi positivi nel Cesenate nelle ultime 24 ore. Un altro morto nell'area del Rubicone

  • Scende l'indice Rt in regione ma salgono i positivi nel Cesenate. Si piange un'altra vittima

  • La regione verso il "giallo" ma Bonaccini avverte: "Dobbiamo evitare una terza ondata"

  • Medicina, moda e ricerca: le tre eccellenze cesenati per il premio Malatesta Novello

Torna su
CesenaToday è in caricamento