"Tutti i bambini hanno gli stessi diritti": il Pd presenta in consiglio comunale una mozione

Riteniamo che la scuola costituisca un luogo “privilegiato” attraverso il quale è possibile avere importanti informazioni su famiglia, abitudini giornaliere, conoscenza dei genitori, conoscenza di tutti coloro che interagiscono con il minore", afferma Santero

Durante la seduta del Consiglio comunale di giovedì, il Gruppo de Partito Democratico ho presentato la mozione "Tutti i Bambini hanno gli stessi diritti". Spiega il consigliere democratico Chiara Santero: "Chiediamo all’Osservatorio di aumentare la collaborazione con gli uffici comunali competenti per ricevere tutte le informazioni in proprio possesso per permettere a tutti i soggetti coinvolti di elaborare dati e strategie nuove, ove si ritenga indispensabile, in collaborazione con la scuola e i servizi sociali dell’Unione".

"In particolar modo chiediamo che si faccia rete con il mondo della scuola, per instaurare rapporti e generare sinergie che permettano di individuare i problemi ed eventualmente capirne tempestivamente le possibili soluzioni. Riteniamo che la scuola costituisca un luogo “privilegiato” attraverso il quale è possibile avere importanti informazioni su famiglia, abitudini giornaliere, conoscenza dei genitori, conoscenza di tutti coloro che interagiscono con il minore", prosegue.

"Chiediamo - prosegue -. che il Consiglio Comunale di Cesena sia reso partecipe sullo status dei bambini cesenati e che quindi l’Osservatorio produca documentazione e la metta a disposizione degli Uffici Comunali competenti, della Giunta, delle Associazioni, degli Enti con cadenza almeno semestrale. Questo lasso di tempo non è molto e ci permetterà di elaborare tempestivamente strategie. Quello che ci preme sottolineare è che ciò a cui vogliamo tendere è fare in modo che famiglia, scuola, comunità territoriale, definite come agenzie educative, componenti di un sistema formativo, siano sempre più soggetti di una “comunità educante”, e pretendiamo che questo comune sia perno fondamentale grazie agli strumenti di cui dispone".

"Mi rammarica molto che le forze politiche di opposizione, e mi riferisco a Libera Cesena, non certo a Cesena Siamo Noi e Movimento Cinque Stelle, abbiano deciso di non partecipare alla discussione in merito a queste tematiche e che quindi si siano astenuti dal votare richieste che a mio avviso sono centrali per il miglioramento della vita dei bambini ai margini della nostra Cesena. Richiamo su queste tematiche il nostro senso di responsabilità come politici e amministratori di questa città".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il tir va troppo piano e insospettisce la polizia stradale, multato "furbetto" del cronotachigrafo

  • E45, in 5 in auto multati dalla Polizia stradale. 26 sanzioni anche per gli amici che arrivano in caserma

  • Ondata di furti nella notte, l'intera frazione sotto choc: sottosopra una decina di case

  • Emilia Romagna a rischio zona rossa automatica, Bonaccini frena: "Quel limite non passerà"

  • Il Covid continua ad uccidere nel Cesenate: 5 morti e 132 nuovi contagi

  • Disobbedienza civile dei ristoranti, apertura nonostante il blocco: anche a Cesena la protesta

Torna su
CesenaToday è in caricamento