Savignano, il M5S: "Snaturato il progetto di baratto amministrativo"

"Il sindaco Giovannini ha illustrato il progetto "cittadinanza attiva", con toni decisamente trionfalistici. Il Movimento 5 stelle di Savignano si indigna"

“Il sindaco Giovannini ha illustrato il progetto "cittadinanza attiva", con toni decisamente trionfalistici. Il Movimento 5 stelle di Savignano si indigna di fronte alla campagna di propaganda dell’Amministrazione, che sta addirittura utilizzando pagine a pagamento di Facebook per farlo. E’ bene che i cittadini sappiano - afferma il consigliere M5S Campedelli - che tutto parte da un ordine del giorno presentato nel giugno del 2015 da Forza Italia e votato all’unanimità dal consiglio comunale, in cui si impegnava la giunta a istituire il “baratto amministrativo”, come previsto anche dal DL “Sblocca Italia”. Si tratta sostanzialmente di uno strumento in base al quale l’amministrazione propone ai cittadini che si trovano in difficoltà con il pagamento dei tributi, anche a causa dalla stringente crisi economica, di saldare il debito compensandolo con lavori socialmente utili. L’amministrazione si era presa un anno di tempo per scrivere il regolamento, ma all’improvviso ha portato nell’ultimo consiglio un progetto completamente diverso, denominato “Cittadinanza Attiva”.

Il capogruppo Frisoni rincara ulteriormente la dose: “La Giunta ha dimostrato di essere a dir poco arrogante, non solo non rispettando la decisione del consiglio, ma addirittura bocciando i nostri emendamenti. Difatti sarà precluso a chi non è in regola con il pagamento dei tributi locali e questo è già un controsenso se pensiamo al progetto originario”.

“Inoltre Giovannini -continua Campedelli- nei suoi trionfali proclami , dimentica di dire che i cittadini che potranno accedere saranno un numero molto limitato. Soltanto 30 persone!!! Un numero davvero irrisorio che noi Consiglieri siamo riusciti a strappare di bocca all'assessore competente solo in commissione. Questo la dice lunga sulla chiarezza e trasparenza dei nostri amministratori. Un altro dato che non viene mai specificato nei comunicati stampa, è il numero di persone che si sono rivolte all`Urp per avere informazioni in merito al progetto. Si parla di "molte persone" ma senza mai un numero preciso. Per non parlare poi delle 15 mila visualizzazioni millantate su Facebook. Il Sindaco ha tralasciato di dire che il post è stato "sponsorizzato", ossia che è stato pagato per apparire sulle bacheche di Facebook. Un' altro dato nascosto è che si è previsto uno sconto TARI fino 50%, ma purtroppo non ci è dato a sapere quanto l’Amministrazione ha stanziato per questo progetto. L'aspetto economico è rimandato al 2017”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Molte, anzi troppe ombre e dimenticanze - continua Frisoni - Anche perché il concetto di cittadinanza attiva prevede un coinvolgimento di tutti i cittadini, alla condivisione di valori quali il rispetto dell’ambiente e il miglioramento del decoro urbano. Il volontariato dovrebbe essere un servizio aperto a tutti e soprattutto senza nessun tipo di ritorno economico. Quindi perché non dare a tutti la possibilità di partecipare, comprese quelle famiglie che non riescono a pagare i tributi?”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Governo al lavoro per un nuovo Dpcm, si pensa a coprifuoco e altri limiti per i locali

  • Finisce l'incubo per la famiglia, dopo l'appello a "Chi l'ha visto" ritrovata la 17enne scomparsa

  • Ore di ansia per la famiglia, si moltiplicano gli appelli per una 17enne scomparsa: ma c'è il lieto fine

  • Si lascia cadere nella notte dal Ponte vecchio: recuperato il cadavere nel Savio

  • Colto da un infarto sull'E45: sbatte contro il new jersey e muore

  • Coronavirus, nuova impennata di contagi: 23 casi nel cesenate e cinque decessi in regione

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento