rotate-mobile
Venerdì, 3 Febbraio 2023
Politica

Rottamazione delle cartelle esattoriali, Sirotti Gaudenzi (Lega): "Dalla giunta una crociata ideologica"

"Un puntiglio, quindi, da parte della Giunta che vuole inseguire i ‘debitori’ di poche centinaia di euro investendo risorse senz’altro più cospicue per recuperarle”. Così in una nota molto critica il consigliere comunale della Lega"

“Moralismo bigotto e propaganda ideologica anti-governativa: un mix micidiale. La Giunta Lattuca ha lanciato una crociata politica contro la rottamazione delle cartelle esattoriali, giustificando la scelta come ‘morale’ pur sapendo che non riuscirà a recuperare quei mancati pagamenti. Da notare che si tratta di debiti che risalgono a molti anni fa,  di importo inferiore a 1000 euro. Un puntiglio, quindi, da parte della Giunta che vuole inseguire i ‘debitori’ di poche centinaia di euro investendo risorse senz’altro più cospicue per recuperarle”. Così in una nota molto critica il consigliere comunale della Lega Enrico Sirotti Gaudenzi.

“Ma c’è anche un altro fattore da considerare - dettaglia Sirotti Gaudenzi - che è l’identikit del debitore che la Giunta Lattuca ha nel mirino. Non stiamo parlando di pericolosi evasori, più probabilmente si tratta di persone di fasce sociali deboli. Lo scopo della manovra governativa, infatti, è quella di prevedere una modesta e limitata ‘pace fiscale’ a vantaggio di persone che, per i più diversi motivi, non hanno avuto la possibilità di corrispondere importi anche modesti. Fra questi ci sarà anche qualche ‘furbetto’, ma i più potrebbero essere proprio quei soggetti che stanno ingrossando le fila dei nuovi poveri. Ma l’errore più eclatante della Giunta è non considerare che la rottamazione di queste cartelle consente un importante risparmio di risorse pubbliche rispetto all’ipotetico recupero di somme esigue. L’obiettivo della manovra del Governo è infatti quello di prevedere ‘piccoli stralci’ delle cartelle di importo inferiore a 1.000 euro, notificate da almeno sette anni (entro il 2015), mentre per gli importi superiori sono solo previste scontistiche sulle sanzioni. Dunque, una Giunta Lattuca frettolosa e fuori dalla realtà che non solo non conosce il profilo dei soggetti interessati dal provvedimento governativo, tantomeno si è cimentata in una riflessione costi/benefici. Siamo assolutamente dell’opinione che gli insoluti vadano recuperati, come da sempre sosteniamo, ma è altrettanto indispensabile usare concretezza e pragmatismo evitando di gettare soldi pubblici al vento. Non di rado, infatti, i destinatari di cartelle di importo così modesto e delle conseguenti azioni di recupero sono nullatenenti”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rottamazione delle cartelle esattoriali, Sirotti Gaudenzi (Lega): "Dalla giunta una crociata ideologica"

CesenaToday è in caricamento