Rappresentante degli studenti in piedi sulla fontana, il M5S si divide: "Polemica imbarazzante"

a “fronda”, che fa capo alla consigliera comunale Claudia Ceccaroni, con un comunicato pubblicato su Facebook, contesta la recente presa di posizione dei pentastellati cesenati “ufficiali”

Nuovo dissidio in seno al M5S di Cesena. La “fronda”, che fa capo alla consigliera comunale Claudia Ceccaroni, con un comunicato pubblicato su Facebook, contesta la recente presa di posizione dei pentastellati cesenati “ufficiali” in cui si contestava l'azione di un rappresentante degli studenti, nel corso della manifestazione studentesca di venerdì scorso, di salire sul bordo della fontana Masini per parlare da una posizione più alta al microfono, di fronte agli altri studenti radunatisi in piazza del Popolo. Nella nota del M5S si lodava l'impegno civico degli studenti che hanno manifestato, ma criticando quell'atto in spregio ad un bene storico come la fontana. La Fontana Masini, come è noto, è stato oggetto ripetutamente di gesti non consoni durante feste, manifestazioni e anche durante il mercato dove un ambulante, poi multato, utilizzava la fontana come gancio per il suo tendone. Tuttavia è poi emerso che lo studente è salito solo per pochi secondi sulla fontana e poi è stato fatto scendere. Il comunicato del M5S partiva da una fotografia pubblicata su un giornale locale. 

Dall'intera vicenda trae spunto la “fronda” dei pentastellati: “In merito all'ultima presa di posizione di ciò che resta del gruppo facente capo a Natascia Guiduzzi, vorremmo prendere le distanze dal metodo con cui si affrontano argomenti di pubblico interesse, come la tutela dei monumenti storici, al solo scopo di creare imbarazzanti querelle con l'avversario politico di turno. Probabilmente quando si parla esclusivamente per sentito dire senza aver partecipato attivamente alla situazione (in questo caso la manifestazione studentesca di venerdì scorso tenutasi in Piazza del Popolo), il risultato sarà mero gossip.Noi siamo fermamente convinti, come il Movimento a livello nazionale ci insegna, che l'avversario politico vada affrontato con i temi, con le idee e con le proposte concrete”.

Il comunicato ufficiale del M5S “ufficiale” era molto critico nei confronti del primo cittadino, accusato di non tutelare adeguatamente i beni storici della città. Diversa l'opinione della “fronda” grillina: “Siamo del parere, inoltre, che il sindaco abbia a cuore la tutela della storia e dei monumenti storici e che quindi sappia quali provvedimenti prendere nei confronti di chi li deturpa. Nello stesso tempo, siamo consapevoli sia sempre piacevole per gli studenti fare un giorno di festa a scuola e ci auguriamo che sappiano che la forza politica che amministra la nostra terra, sia a livello comunale che regionale, è dello stesso colore da 50 anni. Sarebbe, dunque, da chiedere ai rappresentanti di questo colore politico il perché la scuola si trovi in queste condizioni, non certo ad un governo instauratosi da sei mesi”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • Ristoranti d'eccellenza: le stelle Michelin brillano ancora su Cesenatico

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • Prima vittima del Covid nel comune, il sindaco: "Profonda tristezza e sconforto"

  • Bonaccini: "La regione resta 'arancione' ma negozi riaperti già da domenica"

  • "Siano riconosciuti gli esiti dei tamponi rapidi per lo stato di malattia dei lavoratori"

Torna su
CesenaToday è in caricamento