rotate-mobile
Sabato, 2 Luglio 2022
Mobilità

Pums, bocciatura della Lega. Baratelli: "Visione ideologica impositiva"

Così la consigliera comunale della Lega Beatrice Baratelli che in Aula ha illustrato analiticamente le criticità del Piano

"Le criticità che il gruppo Lega ha rappresentato sul Pums nel corso dei mesi si sono confermate e anzi aggravate. Il costoso Piano urbano della mobilità sostenibile di Cesena è il frutto di una visione ideologica, senza alcuna attinenza alle dinamiche sociali, abitative, anagrafiche, economiche e commerciali della nostra città". Così la consigliera comunale della Lega Beatrice Baratelli che in Aula ha illustrato analiticamente le criticità del Piano.

“Una visione, quella della Giunta e della maggioranza, che è impermeabile a ogni confronto con posizioni alternative, più liberali e aperte alle vere esigenze quotidiane degli abitanti. Il Piano sostenuto dall’assessore Francesca Lucchi non migliora l’attuale situazione, ma rischia addirittura di aggravarla intriso com’è di una visione astratta dove lavoro, impresa, sviluppo, commercio, ovvero i fattori che tengono in vita le città, non sono neppure presi in considerazione - afferma Baratelli -. Nel Pums sono rappresentati solo ‘sogni’, illustrati con concetti astrusi e parole in libertà, che non rispondono ad alcuna delle esigenze espresse ripetutamente da cesenati e associazioni di categoria di avere una migliore accessibilità, più parcheggi diffusi, una viabilità più snella. C’è poi l’equivoco della partecipazione che, contrariamente a quanto afferma la Giunta, è stata scarsissima rispetto alla popolazione cesenate".

"Chi conosce i contenuti del Pums? Praticamente nessuno - attacca -. Chi concorda con le imposizioni di una Giunta che vuole dettare ‘comportamenti’ politicamente corretti, a discapito della libertà di scelta del cittadino? La Giunta continua a essere sorda di fronte alle esigenze più varie dando priorità (anche di quantità di risorse spese) esclusivamente ai mezzi a due ruote. A nostro avviso, biciclette e trasporto pubblico sono mezzi da potenziare ma complementari in un sistema trasportistico e di mobilità che potenzia e sviluppa tutto il ventaglio di opzioni".

"Al cittadino deve essere lasciata la facoltà di scegliere liberamente quale mezzo utilizzare, certamente ottimizzando il trasporto pubblico locale e realizzando percorsi di sicurezza per le due ruote, ma non penalizzando pregiudizialmente l’uso dell’automobile, negando la necessità di parcheggi e senza prevedere una viabilità più funzionale. Una bocciatura totale, quindi, quella della Lega a un Piano dettato da una mentalità impositiva, che non è la nostra - conclude -.  All’amministrazione spetta certamente la pianificazione, ma non a dispetto delle necessità e delle esigenze dei cittadini e delle imprese".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pums, bocciatura della Lega. Baratelli: "Visione ideologica impositiva"

CesenaToday è in caricamento