rotate-mobile
Mercoledì, 29 Giugno 2022
Politica

Nuovo direttore, Buonguerrieri (Fratelli d'Italia): "Le Unioni tra comuni grandi e piccoli non funzionano"

"L'impostazione di una Unione tra Comuni grandi e piccoli non funziona, tanto è vero che in tutta Italia le Unioni sono quasi tutte composte da Comuni simili"

"Comprendiamo l'irritazione di Lattuca, d'altronde si sa quando si tocca il sistema delle nomine rosse le reazioni non possono che essere immediate e nervose" E' la replica del coordinatore provinciale di Fratelli d'Italia Alice Buonguerrieri che prosegue: "La risposta di Lattuca proprio non convince. È evidente infatti come Lattuca, utilizzando tutti suoi numerosi incarichi ben retribuiti, ricordiamo che è al contempo Sindaco di Cesena, Presidente della Provincia (utile anche a far lievitare il suo stipendio ulteriormente, visto che con questo incarico ha allineato il suo stipendio a quelli di Comuni di fascia superiore) e Presidente dell'Unione dei Comuni, tenti di fare il "gioco delle tre carte", spostando qualche numero da un ente all'altro, come se fossero la stessa cosa, quando invece chiaramente non lo sono", precisa Buonguerrieri.

"La verità è che la scelta di Lattuca di condividere il Segretario generale del Comune di Cesena, persona di sua fiducia, con la Provincia ove la stessa persona ricopre l'incarico di direttore Generale è scelta che ha il principale effetto di scaricare sulla Provincia spese che diversamente sarebbero in carico per intero al Comune di Cesena. Con questa logica anche gli altri Sindaci o amministratori eletti in Provincia ben avrebbero potuto chiedere di condividere i propri segretari con la Provincia abbattendo i costi fino a quel momento sostenuti.  Ma il vero punto è che non può utilizzarsi questo argomento per sostenere che la nomina di un Direttore generale nell'Unione dei Comuni, figura per la quale si è prevista una spesa di circa 100.000 euro annui, non rappresenti un costo ma addirittura un risparmio".

"La delibera della giunta dell'Unione dei Comuni Cesena Valle Savio parla chiaro: se si procederà alla nomina di un Direttore Generale la retribuzione annua prevista sarà pari ad Euro 90.000, oltre Euro 15.000 in base al raggiungimento degli obiettivi ed al comportamento organizzativo. Questi sono i numeri, il resto sono chiacchere per cercare di confondere chi legge. Infine, visto che Lattuca per sviare le contestazioni critica Forlì per essere uscita dall’Unione a 15 Comuni, facciamo presente che Forlì è uscita perchè ha avuto l’onestà intellettuale e l’acume politico di fare autocritica capendo che l'impostazione di una Unione tra Comuni grandi e piccoli non funziona, tanto è vero che in tutta Italia le Unioni sono quasi tutte composte da Comuni simili e tutte senza il Comune capoluogo al proprio interno". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuovo direttore, Buonguerrieri (Fratelli d'Italia): "Le Unioni tra comuni grandi e piccoli non funzionano"

CesenaToday è in caricamento