Nuovi ripetitori per la telefonia mobile a Zadina: il caso arriva in Regione

I consiglieri Sensoli e Bertani chiedono chiarimenti sullo stato delle antenne già installate o in fase progettuale

L’antenna per la telefonia mobile (Srb) installata nel 2016 a Zadina, in pieno centro abitato, "vicino alla quale se ne starebbe installando un’altra, pare in via temporanea", così come quella installata nel 2017 nel comune di Riccione e il progetto di installare, sempre nel comune di Riccione, otto nuove antenne per la telefonia mobile sono al centro di un’interrogazione presentata in Regione da Andrea Bertani, primo firmatario, e Raffaella Sensoli (Movimento 5 stelle).

I due consiglieri pentastellati chiedono alla Giunta regionale “quale sia lo stato di fatto delle antenne (sia Srb sia di altre tipologie), con particolare riferimento alle nuove installazioni, sia in fase di realizzazione sia in fase progettuale, e se si ritenga siano state messe in campo tutte le azioni e gli accorgimenti possibili per minimizzare gli impatti sulla salute dei residenti". Infine, Bertani e Sensoli domandano all’esecutivo regionale "se non si ritenga necessario e possibile il monitoraggio in continuo dei valori rilevati in merito alle onde elettromagnetiche emesse dalle antenne per la telefonia installate in luoghi di permanenza delle persone, a partire dalle abitazioni esposte e dai siti sensibili (strutture scolastiche, strutture sanitarie, etc), con archiviazione e pubblicazione dei dati rilevati".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristoranti d'eccellenza: le stelle Michelin brillano ancora su Cesenatico

  • Positivo al tampone e in attesa dell'esito, trovato cadavere in casa

  • Bonaccini: "La regione torna 'gialla' da domenica. No al coprifuoco natalizio"

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • Coronavirus, tornano a salire i contagi nel Cesenate. E si piangono altre vittime

Torna su
CesenaToday è in caricamento