Mosaico, Possibile: "Si poteva scavare di più anche in piazza della Libertà"

"Il Museo Archeologico é allora la scelta obbligata, ma rilegato in spazi fin troppo piccoli dietro la Biblioteca Malatestiana, nella quale come ripetiamo da tempo, sono stati inseriti e si continuano ad inserire troppi contenuti"

Il magnifico mosaico di Via Strinati è ritornato sotto terra. Terminati i lavori e in vista del periodo "natalizio" (venendo giustamente incontro alle esigenze di commercianti e residenti) il magnifico mosaico ritrovato in Via Strinati è stato con cura ricoperto in attesa di capire come valorizzarlo e soprattutto dove e come collocarlo. Cesena non ha un "Museo Cittadino", c'erano le opportunità ma purtroppo non la volontà politica dell'Amministrazione e se non si cambierà qualcosa, probabilmente non lo avremo mai (ma noi non molliamo).

Il Museo Archeologico é allora la scelta obbligata, ma rilegato in spazi fin troppo piccoli dietro la Biblioteca Malatestiana, nella quale come ripetiamo da tempo, sono stati inseriti e si continuano ad inserire "troppi contenuti in un unico contenitore". Sulla cultura, sull'arte, sulla storia e sul paesaggio davvero una situazione preoccupante, disarmante. Tornando al mosaico, è davvero stupendo. Parlando con chi ha curato gli scavi, la ricchezza del ritrovamento non sta solo nella bellezza del mosaico, ma nel ritrovamento in sé. L'orientamento del mosaico e degli altri reperti (in particolare alcuni muri e canali "delle terme") aiuteranno a orientare meglio l'antica città romana di Cesena, stravolta dalle vicissitudini nel corso della storia. 

Tutto questo fa crescere il rammarico di non aver scavato di più e con più coraggio anche in Piazza della Libertà (limitandosi a una spolverata di 40 centimetri) scoprendo poco rispetto a quello che già si conosceva. Che errore, anzi che "orrore" non averci nemmeno provato. Evidentemente non interessava scoprire e capire: vogliamo mettere "una piazza con eventualmente un parco archeologico" e "una piazza con qualche bar e ristorantino"? Le priorità di questa Amministrazione sono evidenti! 

Non sapremo mai cosa sarebbe potuto emergere da Piazza della Libertà, la speranza é che invece il progetto per la riqualifica delle tre piazze Fabbri - Bufalini - Almerici, che fanno da cornice alla grande Biblioteca Malatestiana, preveda indagini archeologiche importante e si prendano decisioni diverse.  Speriamo che il destino del mosaico di Via Strinati sia quello di diventare un patrimonio e una ricchezza della città e per la città. Che siano stanziati tutti i fondi necessari perché lo diventi (si parla di 50.000 euro, vedremo) e noi saremo attenti osservatori perché tutto questo possa accadere anche in tempi rapidi. 

Comitato Mille Papaveri Ross - Possibile
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • Prima vittima del Covid nel comune, il sindaco: "Profonda tristezza e sconforto"

  • Bonaccini: "La regione resta 'arancione' ma negozi riaperti già da domenica"

  • "Siano riconosciuti gli esiti dei tamponi rapidi per lo stato di malattia dei lavoratori"

  • Ristoranti d'eccellenza: le stelle Michelin brillano ancora su Cesenatico

Torna su
CesenaToday è in caricamento