menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Medici di base, "Grossi disagi per i cittadini". Fratelli d'Italia interroga la Regione

Buonguerrieri: “I cittadini chiedono il ritorno alla normalità. Vaccinazioni, si rischia un ‘esodo’ a Cesena”

“Quel che chiedono i cittadini, stanchi dei continui disagi, è il ritorno alla normalità. Noi chiediamo alla Regione di fare in modo che ciò avvenga, dopo che il sindaco Baccini ha precisato, in risposta alla mia interrogazione, di poter fare poco per migliorare i servizi dei medici di base a Bagno di Romagna”. Ad affermarlo è Alice Buonguerrieri, vice coordinatore provinciale di Fratelli d’Italia e responsabile del comprensorio cesenate nonché consigliera comunale a Bagno di Romagna. Fratelli d’Italia, attraverso l’onorevole Galeazzo Bignami, presenterà un’interrogazione regionale sul tema.

“Il nostro obiettivo – precisa Buonguerrieri – è quello di contribuire a risolvere un problema che impatta in maniera forte sulla vita dei cittadini, visto che il servizio svolto dai medici di base non è più tornato alla normalità. I disagi sono noti: l’accesso alle visite è complicato, spesso i pazienti sono costretti a lunghe attese telefoniche anche per la semplice richiesta di un appuntamento a causa della presenza di un'unica e dunque intasata linea telefonica. Ho presentato un’interrogazione in Consiglio comunale, alla quale il Sindaco ha risposto confermando i disservizi e precisando subito che l’amministrazione può essere soltanto da stimolo perché i medici di comunità non dipendono né dal Comune né dall’Ausl, sollevandosi dunque frettolosamente da ogni responsabilità. Occorre essere chiari: quanto l'Amministrazione comunale dice di aver fatto nella risposta alla interrogazione presentata non ha prodotto risultati tangibili finora, eppure si discute della questione da mesi. E allora siamo noi a sollecitare chi può avere voce in capitolo: chiediamo alla Regione, che tanto si vanta di avere un sistema sanitario di eccellenza, di intervenire al più presto”.

Nelle prossime settimane lo scenario potrebbe diventare ancora peggiore. “L’ufficio vaccinazioni per gli adulti – segnala Buonguerrieri – non ha più riaperto. Il servizio doveva essere riattivato, ma nulla è cambiato. Vuol dire che un cittadino di Bagno di Romagna è costretto a recarsi a Cesena o a Cesenatico, a seconda della disponibilità, per fare un vaccino. Un ulteriore disagio destinato ad amplificarsi visto che è alle porte la campagna per la vaccinazione antinfluenzale, mai così importante come quest’anno. Il risultato sarà un ‘esodo’ da Bagno di Romagna”. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Mare e terra in un piatto gustoso: la seppia coi piselli

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento