menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Insulti ai giornalisti, Pd: "Segnali pericolosi contro libertà di stampa e democrazia"

Il partito prende posizione contro i pesanti attacchi rivolti da alcuni esponenti del M5S

Il Partito democratico prende posizione sui pesanti attacchi arrivati negli ultimi giorni alla categoria dei giornalisti da parte di alcuni esponenti del M5S. "I giornalisti non sono sciacalli, pennivendoli, putt.., ma preziosi professionisti indispensabili per la tenuta della democrazia" , osserva il partito, che interpreta gli insulti ma anche i tagli all'editoria e la volontà di smantellare l'ordine dei giornalisti come "segnali pericolosi che minano la libertà di stampa e la tenuta stessa della democrazia"."Adesso basta, - dichiara la sezione cesenate del Pd - il governo ha davvero esagerato. Anche noi del Partito Democratico di Cesena vogliamo alzare la voce a difesa della libertà di informazione e contro i pesanti attacchi subiti dai giornalisti negli ultimi giorni,  da parte di esponenti di governo del Movimento 5 stelle". 

"In realtà non siamo stupiti da questo comportamento - osservano i democratici - che è frutto di un percorso politico che più volte ha visto i grillini trattare i giornalisti come intrusi, cacciati dalle loro manifestazioni, sviliti nel loro sacrosanto lavoro di cani da guardia della democrazia. La democrazia ha bisogno di una stampa libera, di giornalisti autonomi, di professionisti formati e pagati il giusto, ma anche di politici maturi in grado di riconoscere il valore della critica, di rispettare il lavoro di inchiesta, anche se questo li mette in difficoltà e li spinge a rendere conto quotidianamente del potere che è stato loro affidato". "Ribadiamo con forza - concludono - il nostro appoggio ai giornalisti, che tutti i giorni fanno il loro lavoro, spesso precari, sottopagati, dotati di grande potere e di conseguenza di grande responsabilità, di cui devono rendere conto. E ribadiamo l’importanza di una informazione seria, fatta da professionisti, che devono essere preparati, formati, deontologicamente corretti, pagati il giusto, guidati da un Ordine che certamente va riformato e ripensato, ma di certo non smantellato come vorrebbe qualcuno".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento